thumbnail Ciao,

L'ex ct azzurro ha difeso il collega dopo le critiche causate dalla vittoria per 2-0 contro Malta: "Prandelli scommette sui giocatori che ha, giovani o meno giovani".

Una vittoria striminzita con Malta che ha scatenato un putiferio, ampiamente, esagerato. Il secondo posto di Euro 2012 è già dimenticato, mezza Italia si è scagliata contro Cesare Prandelli e le sue scelte nelle prime due gare delle qualificazioni ai Mondiali 2014.

"Prandelli scommette sui giocatori che ha, giovani o meno giovani. L'importante è che diano garanzie" l'arringa difensiva di Dino Zoff, ex ct azzurro, a margine dell'inaugurazione di Friuli Doc, kermesse enogastronomica della sua regione.

Partenza così così ma tempo per rimediare: "Siamo all'inizio di questa nuova avventura e io non vedo niente di preoccupante. Queste due partite sono andate discretamente e quindi vediamo più in là. Non conta ora dare giudizi sui giocatori e Prandelli fa bene ad avere fiducia in chi gli dà garanzie".

Non è più il calcio degli anni '70 o '90, i fuoriclasse veri si contano sulle dita di una mano: "Noi pensiamo che in Inghilterra siano tutti inglesi, invece c'è solo un 30% di inglesi. E' la globalizzazione. Noi però abbiamo dei buoni giovani, anche se non tantissimi".

Sullo stesso argomento