thumbnail Ciao,

Il presidente federale torna sul dopo Europei e garantisce sulla saldezza della panchina del ct azzurro. Una battuta anche sul caso Farina: "Non possiamo fare nulla...".

Giancarlo Abete, presidente della Federcalcio Italiana, ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni sulla Nazionale e sul proprio futuro alla guida della Federazione, ai microfoni di 'Sky Sport 24'.

In vista della gara di stasera a Modena Abete afferma: "Dobbiamo affrontare le diverse situazioni per quello che sono. Speriamo che dopo la sofferta partita in Bulgaria la nazionale risponda bene. L'importante è che la squadra si ritrovi da subito per poi essere pronta per le sfide di ottobre".

Quindi il presidente federale torna sul dopo Europeo a assicura: "Non ho mai temuto l'addio di Prandelli. Non c'è mai stato alcun segnale in tal senso, inoltre è un grande professionista e non avrebbe mai lasciato l'incarico dopo l'europeo sapendo che non ci sarebbe stato modo da parte nostra di trovare un nuovo allenatore all'altezza  in così poco tempo".

Abete si sofferma poi sul caso-Farina, uno dei testimoni chiave nel processo su Scommessopoli, rimasto senza squadra: "Abbiamo sempre detto al ragazzo che se lui avesse voluto essere vicino alla Federazione noi ci saremmo stati, poi non possiamo costringere nessuno a tesserare un giocatore, anche se speriamo che accada".

Poi si passa al capitolo Criscito, non convocato per gli Europei a causa del suo coinvolgimento giudiziario nel calcioscommesse, per cui ora si parla di proscioglimento: "Alla luce di ciò la valutazione che è stata data in quel momento non era collegata al fatto che lo ritenessimo colpevole. Piuttosto in relazione al momento particolare che si sarebbe ripercosso su tutto il gruppo azzurro".

Infine Abete non esclude la propria ricandidatura al vertice della Figc: "Abbiamo le diverse associazioni di categoria che devono rinnovare le rispettive presidenze visto che finora ciò è accaduto solo per Tommasi all'assocalciatori, poi si parlerà della mia posizione Ci sarà la possibilità di ricandidarmi nei 15 giorni precedenti la data delle elezioni. E' presto per parlarne".

Sullo stesso argomento