thumbnail Ciao,

Il difensore granata disputerà venerdì la sua prima gara ufficiale con la maglia azzurra. Prandelli crede in lui, il Toro se lo coccola e lo valuta non meno di 20 milioni di euro.

Qualche anno fa Antonio Comi, attuale dg del Torino, andò a prendere a Cassino un ragazzino italo-nigeriano di nome Angelo Obinze Ogbonna di cui si diceva un gran bene. Qul giorno bastarono poco più di 3 mila euro per portare il giocatore in granata. Con una promessa all'allora patron Cimminelli: "Vedrà, un giorno la valutazione di questo ragazzo sarà di venti milioni..."

Oggi il Toro sta ancora ringraziando Comi, perchè quel ragazzino ha conquistato la Nazionale diventando uno dei difensori più promettenti del panorama europeo. E ce li vale eccome quei 20 milioni. Cairo quest'estate ha promesso di tenere Ogbonna almeno per questa stagione, respingendo le insistenti avance di Milan, Roma, Napoli e Juventus.

Ma l'anno prossimo sarà dura ignorare le offerte. In Europa sono tante le big (tra cui il Manchester City di Mancini) pronte a portarlo a casa. Il Toro lo ha cresciuto, portato in Serie A. Adesso vuole consacrarlo al grande calcio, permettondogli di misurarsi da protagonista contro i big del nostro campionato.

Prandelli ha adocchiato sin da subito il suo talento. L'ha seguito ed al momento giusto lanciato. Prima le amichevoli, adesso l'esordio in una gara ufficiale con la maglia dell'Italia. Venerdì contro la Bulgaria, Ogbonna partirà al centro della difesa titolare con i suoi amici-nemici Barzagli e Bonucci. Un battesimo tanto atteso quanto meritato.

Sarà il primo vero esame dei tanti che Ogbonna è pronto a superare. Perchè lui non si fa prendere dall'euforia ed ha una personalità da veterano che ha già impressionato un leader carismatico come Buffon, sempre ben disposto a spronarlo e consigliarlo. E' la prima tappa di un anno che per Ogbonna si prospetta ricco di soddisfazioni.

Sullo stesso argomento