thumbnail Ciao,

Tutto sul gioiello dello Schalke, considerato uno dei talenti più cristallini dell'intero panorama calcistico tedesco. Un ragazzo d'oro che piace ai top club di mezza Europa.

JULIAN DRAXLER | La Scheda
Club FC Schalke 04
Ruolo Trequartista/Mezzala
Data di nascita
20 settembre 1993
Altezza/Peso 187 cm/75 kg
Nazionalità Germania
A chi assomiglia Muller, Ballack

Tecnica sopraffina, buon fisico e grande visione di gioco: ecco l'ultimo gioiello sfornato dalla recente linea verde tedesca. A soli 19 anni è già un punto fermo dello Schalke 04, con il quale si è messo in mostra anche in Champions League. Ha fatto il suo esordio anche con la nazionale tedesca dove, siamo sicuri, diventerà protagonista entro breve. Un ragazzo d'oro che rappresenta il sogno proibito dei più grandi club europei.

PREDESTINATO - Draxler nasce a Gladbeck, nella Ruhr e comincia già da bambino a bruciare le tappe. Milita nel suo attuale club dall'età di 8 anni e a Gelsenkirchen svolge tutta la trafila delle giovanili fino all'under 19. Il 15 gennaio 2011 l'allora tecnico Felix Magath lo fa esordire in prima squadra nel match contro l'Amburgo, facendolo diventare il più giovane giocatore di tutti i tempi dello Schalke, il quarto in assoluto in Bundesliga dopo Nuri Sahin, Ibrahimo Tanko e Jurgen Friedl.

Ma la svolta arriva il 25 gennaio, quando nei quarti di finale di DFB Pokal contro il Norimberga, finito ai supplemetari sul risultato di 2-2, Julian viene chiamato in causa e al 119' lascia esplodere un gran tiro dalla distanza che vale la qualificazione. La stagione 2011-2012 è quella del lancio definitivo, con 48 presenze e 7 reti all'età di 18 anni. Di seguito arriva anche la prima convocazione in Nazionale nel maggio 2012 nell'amichevole contro la Svizzera.

BUON FISICO E PIEDI FATATI - Destro naturale, ma molto abile a calciare anche con il sinistro, Draxler è un giocatore dal tasso tecnico decisamente sopra la media. Dotato di una gran precisione nei passaggi e di un'ottima visione di gioco, riesce ad interpretare al meglio il ruolo di trequartista, dove predilige giocare. Ma la sua duttilità tattica gli permette di fare anche il centrocampista centrale o addirittura l'esterno alto di attacco.

Ricorda Muller per la capacità di giocare tra le linee e per l'arte dell'inserimento in fase offensiva, con una grande propensione a trovare la porta. Un fisico ben strutturato e longilineo gli permette di imporsi in mezzo al campo anche contro avversari più arcigni, ma non lo limita nel dribbling, che risulta sempre efficace nello stretto. Se a tutto questo aggiungiamo un gran tiro dalla distanza, ecco che ci accorgiamo di avere di fronte un giocatore già maturo e pronto per i grandi palcoscenici.

MODELLI ILLUSTRI - Julian cresce con il mito di Zinedine Zidane ed è proprio al fuoriclasse francese che dice di ispirarsi nelle sue giocate. Ha sempre apprezzato molto anche il brasiliano Rivaldo ed il connazionale Ballack, al quale assomiglia vagamente anche in alcune movenze. Va sicuramente raffinato dal punto di vista tattico, ma le basi e la personalità non gli mancano di certo.

SOGNO DI MEZZA EUROPA - Le recenti prestazioni di Draxler hanno incuriosito tutta l'Europa, a tal punto da eleggerlo come uno dei maggiori talenti attualmente in circolazione. Negli ultimi giorni è stato seguito fortemente da Inter e Juventus (in programma un summit con lo Schalke), ma piace molto anche al Milan. In Germania il Borussia Dortmund aveva tentato già un approccio a gennaio, ma il Bayern Monaco è in pole. Julian piace molto pure ai top club inglesi, anche se lui sogna di giocare un giorno nel Barcellona o nel Real Madrid.

Segui Andrea Giuttari su

Sullo stesso argomento