thumbnail Ciao,

Arrivato dalla Cantera del Barcellona, l'attaccante senegalese sta facendo molto bene con la Primavera biancoceleste, rivelandosi fra le stelle del Torneo di Viareggio.

BALDE DIAO KEITA | La Scheda
Club Lazio
Ruolo Attaccante esterno
Data di nascita
8 marzo 1995
Altezza/Peso 184cm/80 kg
Nazionalità Senegal e Spagna
A chi assomiglia Balotelli, Malouda

Con 4 goal già realizzati nel Torneo di Viareggio, il diciasettenne Balde Diao Keita, attaccante esterno della Lazio, si sta confermando uno dei prospetti più interessanti a livello di settore giovanile delle squadre italiane.

Lotito e Tare già si fregano le mani per averci visto giusto, prelevando l'attaccante di origini senegalesi dalla Cantera del Barcellona. L'investimento operato tre anni fa potrebbe rivelarsi molto redditizio per i biancocelesti, che a breve termine si ritroveranno in casa un vero gioiellino, tanto che lo stesso tecnico Vladimir Petkovic starebbe pensando di metterlo alla prova in Prima Squadra.

UN PRODOTTO DELLA CANTERA - Nato l'8 marzo 1995 ad Arbucias, in Catalogna, Balde Diao Keita è cresciuto nella prestigiosa Cantera del Barcellona. Corteggiato fin da giovanissimo dalle big di tutta Europa, con Manchester City, United, Arsenal e Liverpool pronte ad accaparrarselo, l'attaccante di chiare origini senegalesi nel 2010 passa invece alla Lazio, che sbaraglia la concorrenza anticipando tutti.

Quell'anno il ragazzo gioca in prestito nel Cornellà, e in scadenza di contratto con i blaugrana, firma un triennale con il club capitolino, che 'brucia' la fitta concorrenza. Keita è in attesa del passaporto spagnolo, che ancora non arriva. Così, nonostante approdi a Roma nell'estate del 2011, non può essere tesserato perché la Lazio ha occupate le caselle per gli extracomunitari.

A maggio 2012 la Lazio ottiene l'autorizzazione per poterlo impiegare in prestito in un torneo ufficiale, e lui, dopo aver realizzato fra Barcellona, Cornellà e Selezione Catalana oltre 50 goal, dimostra subito il suo valore esordendo con la Primavera e decidendo con una doppietta il Trofeo Wojtila.

In questa stagione entra in pianta stabile nella Primavera biancoceleste ed è grande protagonista della Coppa Carnevale, competizione nella quale trascina la Lazio fino agli Ottavi di finale, mettendo a segno 4 goal in 3 gare, prima dell'eliminazione ai rigori ad opera dell'Anderlecht.

VELOCITA' E FIUTO DEL GOAL - Fisico imponente, Diao è quello che si dice un attaccante moderno. Grande velocità nel breve e fiuto del goal sono le sue qualità migliori, abbinate a una buona tecnica di base. Per le movenze e la prestanza fisica, Keita ricorda a tratti Balotelli, anche se molti lo paragonano al francese Malouda, con cui ha in comune la rapidità e il ruolo. Ambidestro, pur privilegiando partire dalla fascia è in grado di ricoprire tutti i ruoli dell'attacco.

Nonostante sia molto giovane (deve ancora compiere 18 anni), impressiona la facilità con cui il ragazzo arrivato dalla Cantera fa certe giocate e trova la rete. Stupisce anche la sua solidità mentale, non comune in un giocatore della sua età. Le premesse per diventare un elemento importante anche della Prima squadra ci sono tutte, e già i tifosi biancocelesti sognano, sperando di avere fra le mani un campione.

Sullo stesso argomento