thumbnail Ciao,

Tutto sul giovane trequartista polacco che i viola hanno strappato al Legia Varsavia sborsando una cifra di poco inferiore ai 3 milioni di euro.

RAFAL WOLSKI | La Scheda
Club Fiorentina
Ruolo Trequartista
Data di nascita
10 novembre 1992
Altezza/Peso 179 cm / 66 kg
Nazionalità Polonia
A chi assomiglia Ozil

E' considerato il miglior talento dell'ultima generazione del calcio polacco e in patria il suo mancato utilizzo durante l'Europeo casalingo ha fatto molto discutere. Un brutto infortunio lo ha costretto a saltare la prima parte di stagione ma non ha frenato la Fiorentina, che ha deciso di scommettere su di lui: Rafal Wolski, trequartista classe 1992, era senz'altro un'occasione da non farsi sfuggire...  

STELLA NEL LEGIA - Cresciuto nel vivaio del Jastrząb Głowaczów, Rafal nel 2008 passa al Legia Varsavia. Due anni nel settore giovanile e a marzo 2011 il debutto in prima squadra, in Puchar Polski (la Coppa Nazionale) contro il Ruch Chorzow. Il primo goal arriva invece a settembre, sempre in Coppa, contro il Rozwoj Katowice. E' la stagione dell'esplosione, Wolski mette a segno 8 goal in 32 presenze tra campionato e Coppa e diventa un punto fermo della Nazionale Under 20 polacca.

Il grande salto però è alle porte e il ct Smuda a maggio lo convoca nella Nazionale maggiore e lo inserisce nell'elenco dei 23 per Euro 2012, senza però poi utilizzarlo. Il vero incubo però deve ancora arrivare: Wolski in estate subisce un grave infortunio al tallone che lo costringe a sei mesi di stop. Il rientro avviene il 22 gennaio 2013, in occasione dell'amichevole tra il Legia e gli svizzeri dell'Aaarau.

IN PUNTA DI PIEDI - Trequartista dalla classe innata, Wolski colpisce per l'eleganza nei movimenti e la predisposizione alla verticalizzazione. Può agire sia da numero 10 alle spalle delle punte che partendo dall'esterno. Agile nei primi metri, non fa della progressione la sua arma principale. Dispone di un tiro potente e preciso anche se le specialità della casa sono l'assist e gli inserimenti senza palla.

FUTURO VIOLA, MA QUEL TALLONE... - Da mesi sul taccuino di Udinese e Borussia Dortmund, su Wolski è arrivata per prima la Fiorentina, che ha deciso di spendere circa 2,8 milioni di euro per portarlo in Italia nonostante il grave infortunio che lo ha frenato quest'anno. Le condizioni fisiche rappresentano uno dei grandi interrogativi su Rafal, che per consacrarsi in Italia dovrà anche probabilmente lavorare sulla struttura muscolare, essendo ancora forse troppo leggero per la Serie A.

 

Segui Simone Gambino su

Sullo stesso argomento