thumbnail Ciao,
Generazione di Fenomeni - Adrien Rabiot, a Parigi crescono anche talenti fatti in casa, garantisce Ancelotti...

Generazione di Fenomeni - Adrien Rabiot, a Parigi crescono anche talenti fatti in casa, garantisce Ancelotti...

AFP

Tutto sul giovanissimo centrocampista del Psg, classe 1995, che il tecnico di Reggiolo ha lanciato in prima squadra dandogli grande fiducia.

ADRIEN RABIOT | La Scheda
Club Paris SG
Ruolo Centrocampista
Data di nascita
3 aprile 1995
Altezza/Peso 188 cm/73kg
Nazionalità Francia
A chi assomiglia Witsel

Se qualcuno pensava che la ricchissima proprietà del Psg puntasse a costruire un vero e proprio dream team comprando solamente top player affermati (vedi Ibrahimovic), senza puntare sul settore giovanile, si sbagliava di grosso. L’esempio lampante è proprio lui, Adrien Rabiot, giovanissima stellina francese che a Parigi sta conquistando un’importante ribalta tra le tante star.

GLI ESORDI E LA CARRIERA – La carriera di Adrien Rabiot ha inizio paradossalmente nelle giovanili del Manchester City, ma l’esperienza fu brevissima in quanto il PSG è abile a strapparlo al club di Roberto Mancini e a fargli firmare il suo primo contratto da professionista alla tenera età di 17 anni. Adrien si fa subito notare tra i tanti giovani calciatori che calcano Camp des Loges, quartier generale delle giovanili del club parigino, tanto che a notarlo e ad innamorarsene subito è Carlo Ancelotti, che nel Luglio 2012 decide immediatamente di aggregarlo in pianta stabile con la prima squadra.

Dopo un promettente precampionato, Rabiot esordisce in Ligue 1 contro il Bordeaux, affianco a importanti centrocampisti come Thiago Motta e Blaise Matuidi. E’ tanta la fiducia di Leonardo e Ancelotti per questo giovane spilungone francese che per lui arriva anche l’esordio in Champions League contro i croati della Dinamo Zagabria, diventando così il più giovane calciatore a giocare titolare nella storia della fase a gironi della Champions League. A livello internazionale, Rabiot è titolare inamovibile dell’Under 18 transalpina e molti addetti ai lavori credono che ben presto verrà preso in considerazione per l’Under 20 grazie al suo talento.

LE CARATTERISTICHE - Centrocampista molto completo, con un fisico imponente abbinato ad una sorprendente rapidità nei movimenti palla al piede, Rabiot può giocare in tutti i ruoli del centrocampo. Ancelotti lo impiega prevalentemente come mezzala grazie alla sua ottima capacità di inserimento con e senza palla, ma ha dimostrato anche di saper giocare negli spazi stretti, mostrando un buon dribbling e discrete capacità nel rifinire l’azione.

Gli addetti ai lavori e la stampa francese ovviamente non lesinano paragoni con i grandi del calcio francese (addirittura Le Parisien lo ha paragonato al primo Platini), ma se dovessimo accostarlo per caratteristiche tecniche e tattiche, Rabiot è accostabile ad un altro giovane calciatore come il belga dello Zenit, Axel Witsel: centrocampisti moderni che abbinano fisico e tecnica ad importanti capacità di inserimento tra le linee difensive avversarie. Per l’eleganza alcuni lo paragonano invece al suo compagno di squadra Javier Pastore, anche se per ruolo in campo si parla di due giocatori molto diversi.

IL FUTURO - Ovviamente Rabiot, grazie alle sue prestazioni, è balzato all’attenzione dei media calcistici francesi ed internazionali e per lui il futuro sarà assolutamente radioso, se saprà mantenere e migliorare quanto mostrato sin ora, considerando che ha soltanto 17 anni. In chiave mercato è impensabile al momento pensare che uno dei club più ricchi al mondo, come il PSG, possa vendere o lasciarsi scappare un giovane talento del genere, motivo per cui i famosi rumours di mercato che tanto piacciono in questo caso sono improponibili.

Il caso Juve – Pogba inoltre, avrà fatto sicuramente da monito ad un abile dirigente e scopritore di talenti come Leonardo che è pronto a tutto pur di non veder scappare da Parigi il piccolo grande Adrien, che inoltre pare essere entrato nelle grazie di un certo Zlatan Ibrahimovic all’interno dello spogliatoio pargino….scusate se è poco.

Sullo stesso argomento