thumbnail Ciao,

Vi presentiamo il nuovo gioiello del calcio cileno: ha diciott'anni, fa il bomber di mestiere ed ha un futuro assicurato all'Old Trafford.

NOME: Angelo Josè Henriquez Iturra
RUOLO: Attaccante
NATO A: Santiago
ALTEZZA: 178 cm
DATA DI NASCITA: 13 aprile 1994
PESO: 73 kg
NAZIONALITA': Cile
CLUB: Manchester United

Quel vecchio volpone di Sir Alex, di solito, non sbaglia mai quando si parla di giovani talenti. "Angelo corrisponde al profilo di un giocatore United", le parole utilizzate da Ferguson per descrivere l'appena 18enne Henriquez, attaccante cileno che lui stesso ha provveduto a monitorare per ben tre anni. Prima di dare l'ok. La garanzia di poter essere un Red Devils. E di poter scrivere un futuro da grande.

DALLA TERRA ROSSA ALL'OLD TRAFFORD - Anche a dodici anni puoi prendere decisioni che ti cambiano la vita. Lo dimostra Angelo Henriquez, che a quell'età, dopo aver studiato tennis nello stesso club che ha dato alla luce Fernando Gonzalez, era pronto a passare tra i tennisti professionisti. Tutto deciso. Fino a quando arriva lui: il pallone.

Angelo va a vedere gli allenamenti del fratello Cesar che giocava nell'Universidad De Chile, e si rende conto che il tennis non lo diverte poi così tanto. Così fa un provino per la 'U', impressionando col suo talento i tecnici delle giovanili che lo convincono ad entrare nel centro di formazione che concilia 'futebol' e scuola. Via le racchette. E' il momento di allacciare gli scarpini.

Decide di fare l'attaccante, e dopo tre anni nella sempre florida cantera del club, nel 2010 passa in prima squadra agli ordini dell'attuale tecnico dei cileni Jorge Sampaoli. Un anno prima, però, aveva bussato alla porta della U nientepopodimenochè il Manchester United. I Red Devils ottengono un diritto di prelazione sull'acquisto di Henriquez entro il 2014.

Da quel momento in poi inizia così il via vai degli osservatori del Man Utd, che monitorano costantemente la crescita di Angelo. Inoltre il ragazzo è chiamato una volta l'anno a volare sino a Manchester (e restarci tre settimane) per mostrare i suoi progressi direttamente a Sir Alex Ferguson ed al suo staff.

Nel frattempo comincia a togliersi le prime soddisfazioni in prima squadra. L'esordio avviene in Coppa Cile il 27 giugno 2011, mentre il primo goal arriva addirittura in Libertadores (nel 5-1 sul Godoy Cruz) a nemmeno 18 anni. Il suo feeling col goal cresce di partita in partita. In Libertadore fa innamorare tutti gli osservatori europei con prestazioni esaltanti e con quattro goal che trascinano la U sino alla semifinale poi persa col Boca. In campionato i centri saranno 8 in 10 partite, contributo necessario per la vittoria del titolo.

A questo punto non ci sono più dubbi. A due anni dalla data di scadenza del diritto di prelazione, lo United decide che Angelo è pronto per vestire la maglia dei Red Devils. Alla U vanno circa 4,5 milioni di euro, mentre Henriquez firma un contratto fino al 2017 che lo rende il primo giocatore cileno della storia del Man Utd. Dalla terra rossa all'Old Trafford il passo è breve.

CHILEAN RUUD VAN NISTELROOY - "Credo di somigliare a Van Nistelrooy", ha detto qualche tempo fa lo stesso Henriquez in un'intervista. Certo è difficile emulare il grande Ruud, ma la maglia dello United (con cui l'olandese ha realizzato 135 goal in 202 presenze) potrebbe rivelarsi magica anche per lui.

Le caratteristiche di Henriquez sono quelle di un innamorato del goal. E' difficile prendergli le misure per i difensori avversari, anche perchè svaria su tutto il fronte d'attacco risultando spesso mortifero negli ultimi venti metri. Calcia con entrambi i piedi e gioca sull'anticipo sfruttando la sua ottima rapidità nel breve. La tecnica non gli manca, nonostante non sia un tipo alla Sanchez o alla Edu Vargas. Ha il calore dei 18 anni, ma sotto porta è freddo. Un pò come Ruud...

Anche se, a differenza di Ruud, non può vantare una carrozeria da 188 cm x 80 kg. Il fisico di Henriquez sarà certamente da formare e preparare in vista dell'impatto con la Premier. Le difese inglesi sono certamente più dure ed esperte rispetto a quelle spesso troppo ballerine dei campi sudamericani. Infine per somigliare sempre di più al suo modello, Angelo dovrà migliorare nel gioco aereo, fondamentale per uno che vuole fare il bomber a tempo pieno.

DIBATTITO BRITISH - In Inghilterra, ed in particolare nella zona 'red' di Manchester, i tifosi discutono su quale potrebbe essere il futuro migliore per Henriquez. 

Alcuni prendono come esempio Edu Vargas - arrivato al Napoli dalla U ed ancora in cerca di una dimensione - per dimostrare che Angelo abbia ancora bisogno di fare un pò di esperienza. Magari in Cile, o perchè no in qualche squadra di Premier che lo possa far giocare con continuità e di consegenza crescere come calciatore a livello europeo.

Altri lo vorrebero crescere in casa. Un pò come il Chicharito, maturato grazie al lavoro complementare di Sir Alex e dei suoi fidati collaboratori. D'altronde fra Capital One Cup (l'ex Carling Cup), Fa Cup, Premier e Champions League le occasioni per mettersi in mostra non dovrebbero mancare. Adesso la palla passa ad Henriquez. Toccherà a lui metterla dentro. Ovunque si trovi.

Sullo stesso argomento