thumbnail Ciao,

Nell'ultimo giorno di mercato al Vecchia Signora ha prelevato dall'Ajax un giovane e talentuoso centrocampista. Scopriamo meglio chi è...

NOME: Ouasim Bouy
RUOLO: Centrocampista
NATO A: Amsterdam
ALTEZZA: 185 cm
DATA DI NASCITA: 18 giugno 1993 PESO: 76 kg
NAZIONALITA': Olanda
CLUB: Juventus

Ouasim Bouy, oggi, è un nome che solo ai veri esperti di scouting dirà qualcosa. Il centrocampista prelevato dalla Juventus nel settore giovanile dell’Ajax in occasione del'ultimo giorno del calciomercato, però, è molto quotato in Olanda. Centrocampista mancino dai piedi buoni e dall'ottima visione di gioco, è arrivato alla Signora grazie alla regia di Mino Raiola.

Ce ne ha parlato il nostro collega Yanick Vos della redazione olandese di Goal.com: "Ha grandissimo talento – ci racconta Yanick – e una grande tecnica. Prima del suo trasferimento era in predicato di essere aggregato alla prima squadra. Nel corso del mese il tecnico Frank De Boer lo ha portato in preparazione in Brasile coi grandi e questo dice già molto sulle sue qualità”.
 
Qualità, però, ancora tutte da dimostrare, come conferma Vos: “Il direttore tecnico del settore giovanile Danny Blind si è molto rammaricato per la sua partenza, sostenendo che il passaggio alla Juve sia stato un errore. E sinceramente sono d’accordo con lui, perché non c’è paese e scuola calcio migliore per i giovani, di quella dell’Olanda e dell’Ajax in particolare”.


Anche una vecchia conoscenza del nostro calcio, come Vim Jonk ha criticato la scelta del giovane lanciere: “E' stata una decisione stupida. Avevamo fatto un piano per lui e ormai era arrivato alla prima squadra. Gli avevo consigliato di restare qui, accumulare esperienza e poi eventualmente partire. Faccio un ragionamento molto semplice: se alla Juve non gioca Elia, come può farlo Bouy alla sua età?”.
 
Il nostro collega Yanick non è categorico come Jonk, ma in effetti ha anche lui qualche perplessità: “Bouy ha la possibilità di mettersi in luce anche alla Juventus, intendiamoci, ma a breve sarebbe diventato titolare fisso qui e, poi, sarebbe partito lo stesso, ma con un’esperienza maggiore".

"In questi anni - prosegue - abbiamo visto tanti giovani tentare il grande salto dai settori giovanili olandesi a quelli di squadre come Arsenal, Chelsea e Inter, e nessuno di questi è riuscito ad esplodere. Forse l’unico è Bruma, che dal Chelsea è passato all’Amburgo e sta facendo bene, ma se fosse rimasto al Feyenoord oggi avrebbe più di 100 partite in Eredivisie. Credo che il caso più eclatante e facile da comprendere per voi, sia Castaignos: all’Inter ha fatto 5 partite…”.

I tifosi juventini, ovviamente, sperano il finale della storia sia molto più lieto...

Sullo stesso argomento