thumbnail Ciao,

Il tecnico della Juve e il difensore interista potrebbero essere convocati dal pm federale Stefano Palazzi in merito ai fatti contestati alla loro ex squadra, il Bari.

Lo scandalo denominato Scommessopoli potrebbe conoscere presto nuovi sviluppi. La Procura federale ha fissato ieri il calendario delle prime audizioni in merito all'inchiesta del filone Bari-bis. Tra il 20 e il 28 febbraio verranno ascoltati i primi 22 tesserati tra calciatori, ex calciatori e ex allenatori. Nell'elenco figurano anche nomi più o meno noti, come quelli dei due giocatori del Torino Gillet e Gazzi, ex del Bari.

Il pm Stefano Palazzi ha studiato le carte che gli sono state trasmesse dal capo della Procura del capoluogo pugliese, Antonio Laudati. Nel mirino, in particolare, le partite Bari-Treviso 0-1 (maggio 2008) e Salernitana-Bari 3-2 (maggio 2009): Palazzi teme il rischio prescrizione - che scatterebbe a maggio - per la prima gara, se non fosse avviato un formale processo sportivo.

Molto attesa l'audizione di Gillet, per il quale stavolta non ci sarà alcun trattamento di favore, a differenza del primo filone dell'inchiesta, in cui era stato tenuto fuori su richiesta di Laudati per premiarlo per la collaborazione offerta. Da verificare soprattutto la sua posizione in merito al match con la Salernitana, preceduto dalla famosa riunione in palestra a scopo di combine.

E' probabile, secondo la 'Gazzetta dello Sport', che Palazzi possa convocare anche Antonio Conte, in quanto allenatore del Bari all'epoca dei fatti, anche se il suo nome non è mai stato iscritto dalla Procura pugliese nel registro degli indagati. Conte, nel recente passato, è stato ascoltato su queste vicende solo come persona informata dei fatti.

Tra i potenziali 'interrogandi' c'è anche Andrea Ranocchia, per il quale è stata chiesta nelle scorse settimane l'archiviazione. Il difensore dell'Inter, anche lui ex Bari, non figura nella lista delle audizioni, ma potrebbe essere comunque ascoltato, probabilmente per spiegare un'eventuale omessa denuncia.

Il calendario degli interrogatori, ad ogni modo, verrà sicuramente aggiornato a breve. Eventuali deferimenti potrebbero arrivare ad inizio aprile, e i relativi procedimenti sportivi prenderebbero il via il mese successivo.

Sullo stesso argomento