thumbnail Ciao,

Il padre del difensore azzurro non trattiene l'emozione e urla al telefono: "Giustizia è fatta". In serata grande festa a Dubai, organizzatore il figlio maggiore Fabio.

A Napoli è festa grande dopo la sentenza su Scommessopoli emanata nel tardo pomeriggio di oggi dalla Corte di Giustizia Federale, sentenza che restituisce i due punti ai partenopei, e assolve Paolo Cannavaro e Gianluca Grava, condannati in primo grado a sei mesi di squalifica.

Pasquale Cannavaro, padre di Paolo, è intervenuto in diretta da Dubai ai microfoni di 'Radio Crc'  per commentare la sentenza odierna, urlando in lacrime: "Giustizia è fatta, giustizia è fatta...".

Poi, sempre in diretta radiofonica, ecco la chiamata del figlio Paolo al genitore: "No, a papà; stai calmo"- ha detto il signor Cannavaro mentre ascoltava il capitano azzurro singhiozzare al telefono.

Stasera intanto il figlio maggiore Fabio ha organizzato una grande festa in quel di Dubai per celebrare l'assoluzione del fratello da un'accusa così infamante, l'ex capitano della Nazionale Campione del Mondo nel 2006 ha infatti riunito a Dubai sia papà Pasquale che mamma Gelsomina. Lo champagne è già in fresco, pronto per essere stappato.

Sullo stesso argomento