thumbnail Ciao,

"Ci sono tutti i requisiti per applicare la responsabilità oggettiva - dice - come nel caso della Sampdoria". Pure Cannavaro-Grava verso la riduzione della squalifica.

Una città, una tifoseria in ansia. È attesa nel tardo pomeriggio la sentenza della Corte Federale, che si pronuncerà sulla vicenda relativa ai 2 punti di penalizzazione inflitti al Napoli. E pare davvero che la giornata possa essere di quelle positive per tutto il popolo azzurro.

A far sperare il Napoli e i napoletani sono soprattutto le parole pronunciate dal Procuratore Stefano Palazzi, che riaccende le speranze affermando: "Non mi nascondo dietro a un dito: avevo chiesto un punto di penalizzazione perché il giocatore (Gianello, ndr) era ai margini, una proposta rifiutata e il mancato collegamento a un'organizzazione".

Palazzi opera un paragone con un altro caso, quello di Bari-Sampdoria, per la cui combine è stato condannato Stefano Guberti: "Ha tentato di corrompere dei compagni, e la Samp è stata punita con un solo punto. Anche nel caso del Napoli ci sono tutti i requisiti per applicare la responsabilità oggettiva". Citato, oltre ai doriani, anche il Torino.

Secondo indiscrezioni, pare che la sentenza, attesa inzialmente per le 18, stia slittando per la grande indecisione della Corte, divisa a metà tra la l'eliminazione completa della penalizzazione o la sua totale conferma. Nessuna via di mezzo quindi... Staremo a vedere...

Sullo stesso argomento