thumbnail Ciao,

Il club ha diffuso sul proprio sito ufficiale una nota per protestare contro il -2 inflittogli dalla Disciplinare. Intanto il legale del difensore dà per scontato il ricorso...

Il Napoli protesta. La penalizzazione in classifica di 2 punti - peraltro largamente annunciata - per via della vicenda Gianello non è affatto andata giù al club di De Laurentiis, che ha diffuso sul proprio sito una nota ufficiale per commentare la sentenza odierna della Disciplinare. E dissociarsene, ovviamente.

"Il Presidente Aurelio De Laurentiis, l'allenatore Walter Mazzarri e tutta la squadra sono sereni, certi che nessuna violazione possa essere addebitabile alla SSC Napoli spa. Pur non entrando nel merito dell'obsoleto e superato principio della responsabilità oggettiva, e riservandosi ogni commento giuridico e ogni azione nelle opportune sedi, la SSC Napoli non condivide le decisioni della Commissione Disciplinare Nazionale, ritenendo, inoltre, che non si possano alterare irrimediabilmente i campionati in corso di svolgimento".

"Ogni eventuale decisione - si legge ancora - va presa prima che inizi un torneo o al termine dello stesso. Dalla stagione 2009-2010, di tempo ce n'è stato per valutare e decidere. Siamo fiduciosi che nei due gradi successivi di giudizio si possa applicare una vera giustizia che si fondi sul diritto e sull'equità e non sul giustizialismo. Benigni docet".

L'avvocato di Paolo Cannavaro - squalificato al pari di Grava per 6 mesi - ha annunciato intanto che il capitano azzurro ricorrerà sicuramente in appello: "L'appello è scontato, se Cannavaro avesse avuto la percezione della serietà del modo di parlare di Gianello, lo avrebbe denunciato. Lui, invece, non fa altro che sondare il terreno per capire come i compagni si apprestano alla partita, per riferire il loro atteggiamento ai suoi sodali e così capire se scommettere. Poi, nella sua quinta versione, Gianello dirà che la squadra avrebbe giocato al massimo, anche perchè l'allenatore (Mazzarri, ndr) voleva fare bella figura contro la sua ex squadra".

Su Twitter ci ha pensato il Matador Cavani a consolare il compagno di squadra: "Forza Capitano, sei e sarai per sempre il nostro capitano". Il messaggio è accompagnato da una foto che ritrae i due giocatori abbracciati. Da Parigi, poi, si è fatta sentire anche la voce dell'ex Lavezzi, sempre su Twitter: "Un grande abbraccio ai miei ex compagni Gianlu e Paolo. Sono con voi, vi sono vicino... non mollate! Ci vediamo presto in campo!".

Sullo stesso argomento