thumbnail Ciao,

Il procuratore federale pone l'accento su uno degli aspetti che sta sollevando maggiori polemiche nell'inchiesta: "Si adegua alle realtà attraverso le gradazioni delle sanzioni".

Quello della responsabilità oggettiva, è senza dubbio uno degli aspetti che sta scatenando maggiori polemiche nell'ambito dell'inchiesta riguardante Scommessopoli. Società vengono penalizzate anche se non sono colpevoli di un reato del proprio tesserato, ma solo perchè ne detengono il contratto. Stefano Palazzi pone l'accento sulla questione, rispondendo a chi 'storce il naso'.

"Quello della responsabilità oggettiva è un tema che bene o male è presente anche nell'ambito dell'ordinamento statuale - ha detto il procuratore federale durante il convegno 'Giustizia penale e giustizia sportiva, responsabilita' delle societa' e modelli organizzativi' promosso dall'Ordine degli Avvocati di Palermo - e che comunque si può rendere più adeguato alle realtà di fatto attraverso le gradazioni delle sanzioni".

Nel corso del dibattito, svolto nell'aula magna della Facoltà di Giurisprudenza della città siciliana, sulla responsabilità oggettiva Palazzi ha aggiunto: "E' un istituto che esiste in tutti gli ordinamenti sportivi ed è un caposaldo di tutte le federazioni internazionali".

Sullo stesso argomento