thumbnail Ciao,

I fatti, in cui è coinvolto l'ex portiere azzurro Gianello, si riferiscono alla gara di Genova del maggio 2010. Se la società patteggerà avrà un punto in meno, altrimenti 2.

Attualmente la più seria inseguitrice della Juventus, il Napoli frenerà. Non è una previsione profetica, ma solo una (amara) constatazione. La squadra azzurra, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, sarà infatti colpita da una penalizzazione in punti relativa ai fattacci del Calcioscommesse. Resta solo da stabilirne l'entità.

Tutto risale alla sfida con la Sampdoria del 16 maggio 2010. Allora ci fu una tentata (ma non riuscita) combine, come ha rivelato l'ex portiere azzurro Matteo Gianello alla Giustizia ordinaria e a quella sportiva. Se il Napoli patteggerà avrà un punto di penalizzazione, altrimenti 2.

Nella società, semmai, si spera nell'Appello, per poter trasformare la sentenza della Disciplinare in una multa. Soprattutto, si punterà sul Tnas, che già in altre occasioni ha ridimensionato diverse sentenze sul caso scommesse. Per questo il Napoli potrebbe anche non patteggiare.

Il nuovo processo sportivo inizierà lunedì. Nella vicenda sono coinvolti altri due giocatori partenopei: Gianluca Grava e Paolo Cannavaro, i quali hanno rifiutato la proposta di Gianello ma non l'hanno denunciata, e potrebbero così rischiare una squalifica.

Sullo stesso argomento