thumbnail Ciao,

Il difensore dai lunghi trascorsi nella serie cadetta ha visto sensibilmente ridursi la squalifica che gli era stata imposta pochi mesi fa, potrà tornare la prossima stagione.

Filippo Cristante, ex-calciatore del Portogruaro e implicato nello scandalo del calcioscommesse, ha visto ridursi la squalifica da tre a un anno dal Collegio arbitrale del Tnas, il Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport. Il Collegio infatti, presieduto dal presidente Gabriella Palmieri, Carlo Bottari e Massimo Zaccheo, ha accolto parzialmente l’istanza di arbitrato presentata dal difensore “in considerazione della peculiarità del caso di specie”.

La precedente sospensione era stata comminata dalla Corte di Giustizia Federale lo scorso 18 giugno per la violazione dei comma 1,2 e 5 dell’art.7 del Codice di Giustizia Sportiva, ovvero per aver alterato lo svolgimento e l’esito dell’incontro di Serie B tra Ancona e Mantova del 30 maggio 2010, durante la sua permanenza nel club del capoluogo marchigiano.

Questo significa che Cristante, attualmente svincolato, potrebbe tornare a calcare i campi della Serie B già dalla prossima stagione sportiva, quando però la sua carta d’identità segnerà 36 anni. Che sono tanti già per molti calciatori, peseranno ancora di più per il difensore di san Vito al Tagliamento, dopo le vicende giudiziarie e l’anno di stop.

Sullo stesso argomento