thumbnail Ciao,

Uno dei principali protagonisti dell'inchiesta sul calcioscommesse è stato interrogato dai magistrati ed ha cominciato a vuotare il sacco su quanto successo.

Giovedì è stato il giorno del primo interrogatorio per Almir Gegic, l'ex-calciatore serbo coinvolto nell'inchiesta su Scommessopoli. Il confronto con il Gip Salvini è durato circa 4 ore. Ci sarà una continuazione, in quanto sarà necessario approfondire i temi sulle partite più importanti dello scandalo (Palermo-Bari, Lazio-Genoa e Lecce-Lazio) e sul cosidetto Mister X, che era colui che smistava le informazioni sulle partite.

"Noi non eravamo certo gli unici a fare queste cose. C'erano anche altri gruppi, nel calcio italiano da 20 anni si vendono e si comprano partite. Abbiamo avuto la possibilità di trovare il terreno morbido, i giocatori non facevano queste cose controvoglia. Erano loro anzi che si prestavano volentieri. Con Ilievski eravamo amici fin da bambini e ci eravamo conosciuti in Macedonia. Quando il fenomeno ha assunto dimensioni importanti, ho avuto bisogno di aiuto".

Ha raccontato degli incontri in Svizzera con Carobbio e Gervasoni, da lì si è incominciato a truccare le partite. Ha sottolineato che comprava le informazioni dai giocatori infedeli e che i giocatori venivano comprati con denaro per 'girare' gli esiti degli incontri.

Il discorso si è successivamente allargato ai rapporti con Erodiani, all'incontro (fasullo) al casello con alcuni giocatori del Lecce per truccare la partita contro l'Inter, al coinvolgimento di Cassano, Joelson e Pellicori e del tentativo di Micolucci di truccare le partite da solo. La prossima settimana Gegic sarà ascoltato anche dal Pm Di Martino.

Sullo stesso argomento