thumbnail Ciao,

Ferrario oggi è stato ascoltato per un'ora dagli investigatori della Procura federale. Il calciatore ha confermato le dichiarazioni rilasciate a marzo. Martedì nuovi interrogatori.

La Procura Federale di Roma haconvocato nuovamente Stefano Ferrario dopo l'interrogatorio di Cremona sulla presunta combina della partita Lecce-Lazio terminata 2-4 nell'ultima tornata della stagione di serie A 2010-11. Il 27enne calciatore è stato interrogato per un'ora davanti agli investigatori della Procura federale, per i fatti relativi allo scandalo Scommessopoli.

I magistrati di Cremona avevano ascoltato l'ex calciatore Alessandro Zamperini, il quale aveva dichiarato di aver incontrato l'amico Ferrario per informarlo dell'interesse alla combina del macedone Ilievsky. Questo è quanto si legge dal verbale di Zamperini: "Il Ferrario si è rifiutato tuttavia di incontrare l'Ilievsky, rappresentando che lui non avrebbe disputato quell'incontro e comunque non era disposto a fare quel genere di cose".

La conferma di tali dichiarazioni Ferrario l'avava data il 22 marzo davanti all'entourage del procuratore federale Palazzi: "In una sola occasione ho avuto sentore dell'esistenza di un sistema che si attivava per combinare partite di calcio e ciò allorquando il mio amico Alessandro Zamperini, due giorni prima della gara Lecce-Lazio del 22-05-2011, soggiornando in quel di Lecce nell'Hotel Tiziano mi chiamò per un aperitivo..."

Stefano Ferrario completa la sua dichiarazione confermando che da subito ha interrotto il discorso essendo disinteressato alla cosa: "In tale occasione mi disse che c'erano degli amici che volevano mettere dei soldi sulla gara. Al che, comprendendo immediatamente le sue intenzioni, interruppi subito il discorso dicendogli che non mi interessavano le sue proposte".

Davide Giudici, legale del calciatore ha spiegato che il suo assistito ha confermato quanto già dichiarato a marzo: "Non ci sono novità rispetto all'ultima convocazione abbiamo solo confermato quanto già dichiarato".

Martedì prossimo ci sarà il continuo degli interrogatori della Procura, infatti gli investigatori chiameranno il calciatore della Lazio Stefano Mauri e il preparatore delle aquile Massimo Romano Papola, Giuseppe Sculli e l'ex Genoa Omar Milanetto. L'obiettivo della Procura è chiudere quanto prima questo filone d'indagine, ma con molta probabilità il processo si svolgerà nel 2013.

Sullo stesso argomento