thumbnail Ciao,

Il difensore del Bologna non trova un accordo di conciliazione con la Figc, ma si mostra fiducioso in vista del nuovo procedimento sportivo: "Taccio per scaramanzia".

Si è svolta oggi a Roma, presso il Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport, l'udienza riguardante il ricorso presentato da Daniele Portanova contro la squalifica di sei mesi inflittagli in primo e secondo grado nell'ambito del processo sul calcioscommesse.

Nella seduta odierna, il collegio arbitrale non ha potuto far altro che riscontrare il fallimento del tentativo di conciliazione tra il calciatore e la Federcalcio. Il procedimento dunque andrà avanti fino alla nuova e definitiva sentenza.

Portanova, all'uscita, ha preferito non sbilanciarsi sull'esito della vicenda, facendo però trasparire un velato ottimismo: "'Preferisco non parlare, per scaramanzia''- ha dichiarato infatti il difensore del Bologna.

Sullo stesso argomento