thumbnail Ciao,

Presso la sede dell'associazione Damiano Tommasi ha avuto un colloquio con una delegazione di coloro i quali sono stati 'puniti': "Come Assocalciatori seguiamo la problematica".

L'Aic e i calciatori squalificati nell'ambito dell'inchiesta sul Calcioscommesse, in mattinata hanno avuto un confronto nel quale i 'puniti' dalle decisioni della giustizia sportiva hanno esposto le loro lamentele in merito a quanto avvenuto. L'incontro, si è svolto presso la sede romana dell'associazione.

All'appuntamento hanno preso parte il presidente Damiano Tommasi e una delegazione composta da Emanuele Pesoli, Roberto Vitiello, Mavillo Gheller, Davide Drascek, Stefano Guberti e Alberto Fontana, solo alcuni dei giocatori fermati in seguito alle sentenze emesse.

"Senza entrare nel merito delle situazioni - ha affermato Tommasi all'Ansa - i nostri associati hanno manifestato l'esigenza di un maggiore contraddittorio per lo sviluppo delle loro difese. Come Assocalciatori stiamo valutando con attenzione questa problematica per eventuali future rivisitazioni della normativa federale".