thumbnail Ciao,

Il direttore generale della Figc, Antonello Valentini, ha parlato al difensore incantenato fuori dalla sede della Federazione: "Il Presidente Abete la incontrerà dopo le ferie".

Incatenato alla sede della FIGC per chiedere un confronto in aula con Carlo Gervasoni e Filippo Carobbio. Oggi Emanuele Pesoli, difensore passato nelle ultime settimane al Verona, ha iniziato lo sciopero della fame e ricevuto le prime parole della Federazione.

"Il problema del confronto che lei chiede con i suoi accusatori non è un problema degli organi politici della Federazione, ma una competenza dei giudici sportivi" le parole del direttore generale della Figc, Antonello Valentini, rivolte allo stesso giocatore.

Il dirigente si è rivolto all'ex Siena con serietà: "Dopo averle espresso la mia umana solidarietà, la invito a rifletterci. Prendo l'impegno per un suo incontro con il presidente che non avrà nessun problema ad incontrarla al suo ritorno dalle ferie".

Pesoli, però, non potrà ottenere nulla da tale organo: "Un confronto con chi l'accusa non è una competenza nè del presidente Abete, nè mia, nè della Federazione, ma della Procura federale: un organo totalmente autonomo. La invito a rifletterci, mi dispiaceva vederla qui e non venire a salutarla. Capiamo il suo dispiacere e la sua rabbia perchè si ritiene innocente e in secondo grado avrà la possibilità di far valere le sue ragioni".

Sullo stesso argomento