thumbnail Ciao,

Il pm ha chiesto il -4 per il club piemontese. Accettate dalla Commissione Disciplinare le nuove richieste di patteggiamento anche per Savorani, D'Urbano, Poloni e Passoni.

E' arrivato il giorno del processo per il mondo del calcio, sconvolto dallo scandalo Scommessopoli. I lavori, cominciati in mattinata, adesso stanno proseguendo e si è arrivati alla fase di giudizio di secondo grado della Commissione Disciplinare, che ha analizzato le richieste del procuratore federale Stefano Palazzi nei confronti dei diversi tesserati e delle società coinvolte.

Le società e i tesserati che si sono visti respingere le richieste di patteggiamento di primo grado hanno concordato con la Procura una nuova proposta che è stata accettata dalla Commissione: per il Siena -6 punti più 100mila euro di ammenda. Per Savorani e D'Urbano: 5 mesi e 10 giorni. Per Passoni ottenuti 6 mesi e 15 giorni di squalifica, 6 mesi anche per Poloni. L'AlbinoLeffe infine ha avuto in applicazione agli articoli 23 e 24 - 1 punto e 30mila euro di ammenda vista la collaborazione di Poloni e Passoni.

Accolte in prima istanza invece le proposte per Torino e Varese, sanzionate con un punto di penalizzazione e 30.000 euro di ammenda.

Per il Novara, altro club implicato, Palazzi ha chiesto 4 punti di penalizzazione, a causa del presunto illecito commesso dai propri tesserati (responsabilità oggettiva) e dai tesserati del Siena (responsabilità presunta) nella gara Novara-Siena del 1° maggio 2011.

Il pm federale ha richiesto inoltre la retrocessione in Lega Pro (e 3 punti di penalizzazione) per il Grosseto ed un'ammenda di 10mila euro per l'Ancona, oltre alle seguenti sanzioni per i tesserati deferiti: 5 anni e preclusione per Piero Camilli; 4 anni di squalifica per Roberto Vitiello; 3 anni e 6 mesi di squalifica per Cristian Bertani, Ferdinando Coppola, Claudio Terzi, Davide Drascek, Mavillo Gheller, Davide Bombardini, Alessandro Pellicori ed Edoardo Catinali; 3 anni di squalifica per Emanuele Pesoli; 9 mesi di squalifica in continuazione per Mario Cassano.

Già confermati il patteggiamento per Filippo Carobbio (4 mesi oltre alla continuazione della pena per il precedente provvedimento per l'ex Siena, e grande accusatore del tecnico della Juventus Antonio Conte); per l'ex calciatore dell'Albinoleffe Gervasoni (3 mesi, oltre alla continuazione della pena del precedente provvedimento); per il calciatore del Siena Larrondo, 3 mesi e 20 giorni e 30.000 euro d'ammenda, derubricato a omessa denuncia. 3 mesi e 30.000 euro di ammenda per Da Costa (Sampdoria); 4 mesi per Daniele Faggiano (ex d.s. Siena); 2 anni per Luigi Sala (ex calciatore del Milan e del Bari), due anni e 5o mila euro di ammenda per Stellini.

Sullo stesso argomento