thumbnail Ciao,

Bonucci e compagnia nel mirino: "Questo provvedimento è la conseguenza dei comportamenti di alcuni nostri ex tesserati".

Bari. E' la società pugliese quella che appare maggiormente nella lista deferimenti della Procura Federale riguardo allo scandalo Scommessopoli. Dopo tanto parlare, però, per i biancorossi solo responsabilità oggettiva, con il dg Claudio Garzelli che può tirare un minimo respiro di sollievo.

"Si conferma il quadro generale che avevamo immaginato. Il Bari, al di là di ogni previsione catastrofica, è stato deferito dalla Procura sportiva 'solo' per responsabilità oggettiva. Noi siamo chiaramente parte offesa" afferma il dirigente.

"Questo provvedimento - ricordando indirettamente Bonucci e compagnia - è la conseguenza dei comportamenti di alcuni nostri ex tesserati. E' difficile prevedere l'entità della penalizzazione che potrebbe ricevere il Bari".

Nel mirino dei deferimenti tali gare: Udinese-Bari 3-3 (9/5/2010), Cesena-Bari 1-0 (17/4/2011), Bari-Sampdoria 0-1 (23/4/2011), Palermo-Bari 2-1(7/5/2011), Bari-Lecce 0-2 (15/5/2011), Bologna-Bari 0-4 (22/5/2011) in Serie A. "Al momento ci sono i precedenti delle sanzioni comminate ad Albinoleffe e Grosseto, che hanno una situazione differente e più complessa della nostra".

Deferito anche il ds Guido Angelozzi: "C'era il rischio che si potesse imbattere in questa situazione per comportamenti riguardanti rapporti con i tifosi, ma noi non condividiamo le ragione che hanno orientato al riguardo la Procura federale".


Sullo stesso argomento