thumbnail Ciao,

Il difensore dell'Atalanta, arrestato ad aprile nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse della Procura di Bari, ha ottenuto il ritorno in libertà. Ora chiede di patteggiare.

Buone notizie per Andrea Masiello ed il suo amico Gianni Carella, coimputato con lui nell'inchiesta su Scommessopoli condotta dalla Procura di Bari. L'ex terzino biancorosso infatti, e lo stesso Carella, hanno ottenuto il ritorno in libertà, su disposizione del gip del Tribunale pugliese, Marco Guida.

I due erano stati arrestati ad aprile, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, ed erano attualmente ai domiciliari. Proprio di recente Masiello e Carella hanno riproposto la richiesta di patteggiamento, già respinta in prima istanza l'11 giugno dal gip, Ambrogio Marrone. In subordine entrambi gli imputati hanno avanzato la richiesta di essere giudicati con rito abbreviato.

Ad esprimersi sulla proposta di revoca degli arresti non è stato il titolare dell'inchiesta, il gip Giovanni Abbattista, poichè era stato proprio lui a  prendere in esame la richiesta di giudizio abbreviato avanzata dai due imputati qualche mese fa.

Sullo stesso argomento