thumbnail Ciao,

Il presidente della Figc parla delle richieste avanzate da Palazzi e dice la sua sulla bufera che sta investendo il nostro calcio: "Momento nauseante? Può darsi...".

Il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, durante l'intervallo dell'amichevole Russia-Italia è tornato a parlare dello scandalo Scommessopoli. A tener banco è la possibilità che la Figc contesti le dure richieste di condanna avanzate dal procuratore Palazzi.

"In base alla normativa vigente possiamo impugnare alcuni provvedimenti - ha affermato Abete ai microfoni della 'Rai' - ma c'è massima fiducia negli organi di giustizia sportiva". Dichiarazioni che alimentano la sorta di 'batti e ribatti' a distanza con il procuratore federale.

Ma il massimo dirigente della Figc ha anche parlato dell'informativa della Guardia di Finanza che ha interessato Gianluigi Buffon e venuta fuori all'indomani della conferenza stampa in cui il portiere si era sfogato con i giornalisti: "Non credo alla giustizia a orologeria, sarebbe molto triste". Capitolo Criscito: "Capisco la sua amarezza, convinto che uscirà da questa vicenda. E' un periodo difficile e triste, può essere nauseante per alcuni episodi ma senza generalizzazioni".

Oltre ad Abete, nel post-partita ha parlato anche il vicepresidente federale Demetrio Albertini: "I calciatori hanno la personalità giusta per affrontare tutto questo in maniera positiva ed essere pronti sia mentalmente che fisicamente per andare all'Europeo".


Sullo stesso argomento