thumbnail Ciao,

L'ex-portiere del Lecce, ora al Napoli, è stato tirato in ballo dal pentito Carlo Gervasoni. "Il giocatore è del tutto estraneo alle accuse", ha dichiarato il suo legale.

Giornata di interrogatorio per Antonio Rosati. Il portiere del Napoli è stato ascoltato per circa due ore dagli investigatori della Figc in merito al suo presunto coinvolgimento nello scandalo 'Scommessopoli'. A tirare in ballo il giocatore - a proposito del match Lecce-Lazio 2-4 dello scorso 22 maggio - è stato il 'pentito' Carlo Gervasoni, ex del Piacenza.

"Gegic mi disse che tramite Zamperini lui e gli slavi si misero nuovamente in contatto con Mauri della Lazio per manipolare la suddetta partita - si legge nel verbale di Gervasoni - Successivamente, avuto questo contatto con Mauri, furono corrotti sei o sette giocatori del Lecce tra i quali ricordo solamente Benassi e Rosati".

"Il giocatore è del tutto estraneo al calcioscommesse", le parole di Paolo Rodella, avvocato di Rosati, che all'epoca dei fatti militava appunto nella formazione salentina. "Ci hanno soltanto chiesto chiarimenti sulle solite partite": pare si tratti di Brescia-Lecce 2-2 del 27 febbraio 2011 e Inter-Lecce 1-0 del 10 marzo 2011.

Gli interrogatori, intanto, vanno avanti: per giovedì ne sono previsti più di venti, tra cui quelli di Cossato e degli ex-leccesi Vives e Cacia. Probabilmente rimandata l'audizione di Massimo Mezzaroma, presidente del Siena.

Sullo stesso argomento