thumbnail Ciao,

Il centrocampista della squadra giallorossa è anch'egli indagato dalla Procura di Bari: avrebbe dato a Masiello il segnale convenuto per confermare la 'combine' del derby.

Ogni giorno che passa, lo scandalo di Scommessopoli - che rischia di travolgere il calcio italiano come un terremoto - ingoia nelle sue fauci nuovi protagonisti. Il nome nuovo di oggi, svelato dalla 'Gazzetta dello Sport', è quello di Giuseppe Vives, attuale centrocampista del Torino, ma giocatore del Lecce dal 2006 al 2011.

Il 31enne napoletano è stato tirato in ballo dalla 'gola profonda' Andrea Masiello durante uno degli interrogatori della settima scorsa presso la Procura di Bari, che indaga sul filone legato alla squadra biancorossa. L'ex difensore dei 'Galletti' avrebbe fatto il nome di Vives in riferimento all'ormai famoso Bari-Lecce 0-2 della scorsa stagione (15 maggio 2011).

Masiello avrebbe raccontato agli inquirenti che il 'taroccamento' del derby pugliese prevedeva un segnale in campo da parte di un giocatore del Lecce, come messaggio di conferma da parte giallorossa della 'combine'. "Vives si avvicinò a me in campo prima della partita e mi disse: 'Alla fine ci scambiamo la maglietta', e mi diede una pacca sulla spalla. Il segnale stabilito per dire che era tutto ok", ha fatto mettere a verbale l'ex barese.

Vives dal canto suo ha già negato tutto, ma l'iscrizione nel registro degli indagati è stata ovviamente automatica.

Sullo stesso argomento