Bayern Monaco-Chelsea 2-2 (7-6 d.c.r.): Neuer ipnotizza Lukaku, la Supercoppa Europea è dei tedeschi

La squadra di Guardiola si aggiudica l'importante trofeo europeo, giunto al termine dei calci di rigore. L'errore di Lukaku è costato caro agli uomini di Mourinho.
I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Il Bayern Monaco vince la Supercoppa Europea ai calci di rigore contro il Chelsea dopo una partita spettacolare. La squadra tedesca gioca meglio per gran parte della gara ma nel primo tempo, complice anche la sciagurata scelta di Guardiola di piazzare Lahm davanti alla difesa, subisce troppo le ripartenze del Chelsea e va sotto 1-0.

Nella ripresa il Bayern torna alla normalità con l'inserimento di Martinez davanti alla difesa e la partita cambia, i tedeschi trovano il pareggio e portano la gara ai supplementari. Nei supplementari succede di tutto, prima Hazard riporta il Chelsea avanti, poi il Bayern domina fino all'ultimo secondo, trovando il pareggio allo scadere del secondo supplementare con Martinez.

Ai rigori è decisivo l'errore di Lukaku, che sbaglia il quinto rigore. Vittoria meritata, complessivamente, per il Bayern Monaco, che dovrà, però, eliminare molte disattenzioni se vorrà ottenere il Grande Slam quest'anno.

FORMAZIONI - Il Bayern Monaco di Guardiola deve fare a meno, all'ultimo momento, di Schweinsteiger. Davanti alla difesa gioca Lahm, in una posizione per lui inedita. Rafinha prende il posto dello stesso Lahm sulla fascia destra. A centrocampo Muller e Kroos sono i centrali, con Robben e Ribery sugli esterni, Mandzukic è l'unica punta.

Il Chelsea di Mourinho risponde con un 4-2-3-1, Torres è l'unica punta, alle sue spalle agisce il trio formato da Hazard,Oscar e Schurrle, la diga in mezzo al campo è formata dalla coppia Lampard-Ramires. In difesa c'è David Luiz al posto del capitano Terry, che va in panchina.

PRIMO TEMPO - Nei primi minuti di gioco è il Bayern a fare la partita, facendo girare molto il pallone e creando un gioco fluido. Il Chelsea si schiera ordinatamente dietro la metà campo, facendo pressing e cercando le ripartenze tipiche del gioco di Mourinho.

Al 6' arriva la prima occasione della gara con Ribery che calcia malamente a lato su un assist invitante di Robben. Un minuto dopo, invece, è il Chelsea a colpire e a trovare il gol dell'1-0, grazie ad una bella girata di Fernando Torres su assist di Schurrle.

I Blues trovano il goal del vantaggio alla prima vera occasione costruita, il tutto parte da una bella serpentina di Hazard che imbecca Schurrle, il tutto finalizzato dall'ottima conclusione di Torres. Il Bayern prova a reagire, costruisce almeno un paio di occasioni pericolose con Lahm e Ribery ma non riesce a trovare la via della rete.

La squadra di Guardiola è troppo sbilanciata in campo, la scelta di Lahm davanti alla difesa si rivela, al momento, tutt'altro che efficace con i due terzini, Rafinha e Alaba, che sono costretti a muoversi in spazi molto più ridotti per la mancanza di filtro in mezzo al campo. Nel finale di primo tempo il Bayern va ancora vicino al gol con Muller ma il Chelsea si salva in angolo.

Arrivano anche le prime ammonizioni, una per parte, Ribery nel Bayern e Cahill nel Chelsea. Le squadre vanno a riposo sull'1-0 per i Blues. Gli inglesi sono più cinici, mentre i tedeschi mancano di equilibrio, nonostante le occasioni create.

SECONDO TEMPO - Il Bayern inizia la ripresa con un altro spirito, attaccando a più non posso. Dopo appena due minuti, i bavaresi trovano il gol del pareggio con un tiro dalla distanza di Ribery, la conclusione è angolata ma Cech ci mette troppo tempo ad andare giù.

Dopo il pari, Guardiola mette fine all'esperimento Lahm da mediano, inserendo Javi Martinez al posto di Rafinha e riportando Lahm sulla fascia destra. Ribery sfiora il gol del vantaggio con una bella girata al volo che si spegne di poco a lato. Il Chelsea sembra subire troppo l'iniziativa bavarese e non riesce a ripartire come nel primo tempo.

La partita si fa più spezzettata con il passare dei minuti, arrivano tanti falli e contrasti duri ma poche vere occasioni da goal. Guardiola prova a dare più imprevedibilità alla squadra inserendo Goetze al posto dello spento Thomas Muller. Il Chelsea si rende pericoloso dalle parti di Neuer con un gran colpo di testa di David Luiz ma il portiere tedesco si supera e respinge.

Il Bayern continua a fare la partita ma il Chelsea, nonostante non giochi bene, riesce comunque a rendersi pericoloso. La partita, nel frattempo, si è incattivita. Jerome Boateng viene ammonito e qualche minuto dopo arriva il cartellino rosso per Ramires, autore di un bruttissimo fallo con il piede a martello su Goetze.

Al minuto 89' il Bayern sfiora ancora il gol con Ribery, il diagonale del francese si spegne di poco a lato. Nei minuti di recupero non ci sono altre occasioni degne di nota, i tempi regolamentari si chiudono sull'1-1 e le squadre vanno ai tempi supplementari.

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE - Bastano pochi minuti al Chelsea per sbloccare l'equilibrio, al 93' Hazard, partendo dalla sinistra, fa fuori Lahm, si insinua dentro l'area dei bavaresi e batte Neuer, tutt'altro che impeccabile, con un potente destro.

La squadra di Mourinho ritrova il vantaggio e sfrutta, ancora una volta, il suo straordinario cinismo. Guardiola cerca di correre ai ripari e inserisce Shaqiri al posto dello stanco Robben.

La giovane ala svizzera riesce subito a rendersi pericolosa, andando vicino al goal del pareggio al 100' ma la sua conclusione viene deviata in angolo. Il Bayern prova a spingere senza sosta e a cercare il pareggio, scoprendosi parecchio dietro. Il primo tempo supplementare si conclude sul 2-1 per i Blues.

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE - Un vero e proprio assedio del Bayern fin dall'inizio. I bavaresi attaccano senza sosta e creano almeno 5 occasioni da goal limpide ma Cech sembra insuperabile, salvando il risultato in modo miracoloso sui due colpi di testa di Martinez e Mandzukic.

Il Chelsea non riesce mai ad uscire dalla propria metà campo, la squadra di Mourinho cerca solo di salvaguardare il gol di vantaggio e non è in grado di reagire. Le speranze per il Bayern sembrano affievolirsi sempre di più ma ad un minuto dalla fine arriva il tanto agognato pareggio, con la rete siglata da Javi Martinez, che sfrutta la spizzata di Dante e calcia a botta sicura battendo Cech.

La panchina del Bayern esplode, la partita adesso è di nuovo in equilibrio. L'arbitro fischia la fine del secondo supplementare, si va ai calci di rigore. Calci di rigore Ai rigori è decisivo l'errore di Lukaku, rigore tirato con sufficienza. Il Bayern Monaco vince la Supercoppa Europea, al termine di una sfida meravigliosa.

CHIAVE -
La qualità del Bayern alla fine ha la meglio, la squadra di Guardiola gioca meglio per gran parte della partita ma rischia di perderla, a causa di diverse distrazioni difensive e per una mancanza di concretezza sotto porta. Il pareggio di Javi Martinez ad un minuto dalla fine galvanizza i bavaresi, che sfruttano la buona scia e trovano la vittoria ai calci di rigore.

MOVIOLA - La partita è molto fallosa, soprattutto nel secondo tempo. L'episodio chiave è rappresentato dall'espulsione di Ramires, decisione giusta per un intervento eccessivo su Goetze.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Javi Martinez: Ha il grande merito di trovare il goal del 2-2 a tempo scaduto e allungare la gara fino ai rigori che risulteranno poi vincenti per la sua squadra.

IL PEGGIORE - Rafinha: L'ex Genoa parte titolare, ma è difficile rendere sulla destra contro le frecce di Mourinho: da rivedere. Ha colpe difensive sia nel vantaggio di Torres, sia nel 2-1 momentaneo di Hazard.