thumbnail Ciao,

SuperMario potrebbe non farcela, mentre l'attaccante giallorosso, rimasto a terra dopo uno scontro con Sirigu, stringerà i denti e sarà regolarmente in campo.

Brutte notizie per Cesare Prandelli dalla partitella che ha concluso l'allenamento alla vigilia della gara contro l'Armenia: ha dovuto infatti interrompere anzitempo la propria sessione Pablo Daniel Osvaldo, che ha lasciato il campo dopo uno scontro di gioco con il portiere del Psg Salvatore Sirigu, ma soprattutto si è fermato Mario Balotelli, a causa di un attacco influenzale.

Osvaldo, che era stato provato in coppia con SuperMario nella formazione dei probabili titolari, è stato soccorso dallo staff medico che ha prestato cure alla gamba destra, rimasta dolorante dopo lo scontro con l'ex estremo difensore del Palermo. Dovrebbe essere solo una botta, anche perchè il giocatore è riuscito a rialzarsi e a rientrare negli spogliatoi, e c'è ottimismo per il suo impiego.

"Balotelli ha una sindrome influenzale che sta un pò deprimendo il suo fisico - ha spiegato a 'Sky' il professor Castellacci, medico della Nazionale - Non è al massimo, speriamo che con una dormita ed una sudata possa stare meglio. Osvaldo ha avuto una tacchettata sulla tibia ma non credo ci saranno problemi".

Le condizioni di Balotelli verranno invece valutate domani nell'immediato prepartita: se non dovesse farcela Prandelli dovrebbe optare su Giovinco, preferito a Destro e a El Shaarawy.

Per il resto la formazione è già decisa: tra i pali ci sarà Buffon, linea difensiva composta da Maggio, Barzagli, Bonucci e Criscito; a centrocampo De Rossi, Pirlo e Marchisio con Montolivo trequartista; in attacco Osvaldo con uno tra Balotelli e Giovinco.

Sullo stesso argomento