thumbnail Ciao,

Il commissario tecnico della Nazionale, Cesare Prandelli, ha spiegato le 'inedite' convocazioni per l'amichevole con l'Inghilterra: "Voglio capire chi sarà pronto per i Mondiali".

Sarà un Ferragosto particolare per la Nazionale azzurra: l'Italia di Cesare Prandelli sarà in campo a Berna il 15 agosto per un'amichevole contro l'Inghilterra. In conferenza stampa, a due giorni dal match, Cesare Prandelli ha parlato dell'impegno e delle tante convocazioni inattese che hanno riempito l'Italia di giovani.

"L'idea è quella di programmare i prossimi due anni - ha spiegato subito Prandelli - capendo fin da subito quali ragazzi sono in grado per farsi trovare pronti in vista dei Mondiali. Tanti ragazzi vogliono iniziare con il piede giusto e adesso dobbiamo arricchire quanto già fatto di buono. Dobbiamo essere più concreti nel finalizzare e per questo motivo osserverò con attenzione l'attacco".

Attacco del quale faranno parte Destro, Gabbiadini, El Shaarawy e Fabbrini, quattro giovanissimi. "Voglio valutare giocatori con caratteristiche diverse - ha detto - ma non ci saranno preclusioni verso Cassano o altri. Avete visto cos'è accaduto con Di Natale?".

Balotelli, sostituito proprio da Fabbrini, non farà parte della spedizione a causa di una congiuntivite: "Speravamo di recuperarlo, ma non è stato così. Lui dovrà avere un ruolo importante e dovrà assumersi la responsabilità".

Prandelli ha poi parlato di altri singoli: "Le qualità di Aquilani le conosciamo, adesso mi aspetto da lui la continuità che a Firenze può trovare, Verratti ha tecnica e personalità ed è un peccato che non siamo riusciti a trattenerlo in Italia".

Un pensiero poi verso Criscito e Bonucci: "Attenderemo l'esito finale dei processi, Bonucci non ha mai ricevuto un avviso di garanzia, ma da molti era già ritenuto colpevole. Invece, mi pare che le cose siano andate in maniera diversa. Criscito invece ha ricevuto l'avviso, ma la situazione non è del tutto risolta".

Sullo stesso argomento