thumbnail Ciao,

FantAntonio in conferenza stampa aveva espresso considerazioni offensive nei confronti degli omosessuali. L'Uefa, dopo l'apertura di un'inchiesta, ha ora deciso di punirlo.

Pugno duro dell’Uefa sull’attaccante dell’Italia Antonio Cassano, che in conferenza stampa, nel corso degli ultimi Europei si era lasciato andare ad una gaffe sui gay.

Il massimo organismo calcistico europeo, che aveva aperto un’inchiesta dopo l’accaduto, ha infatti deciso, attraverso la Commissione disciplinare, di infliggere all’azzurro una multa di 15 mila euro.

La sanzione verso il giocatore del Milan è stata applicata dall'Uefa in virtù dell'art.11 del Regolamento disciplinare. Cassano aveva infatti così risposto in conferenza stampa, nel corso degli Europei, a un giornalista che gli chiedeva se nell'Italia ci fossero calciatori omosessuali: ""Ci sono due froci in squadra? Son froci, problemi loro, mi auguro non ci siano gay in squadra".

Le parole dell'attaccante azzurro avevano poi scatenato la reazione del mondo omossessuale, che le aveva giudicate offensive. Il giocatore si era poi scusato per le cose dette, ma evidentemente stavolta chieder perdono non è bastato per evitare la sanzione.


Sullo stesso argomento