thumbnail Ciao,

Il 4 luglio 2006, l'Italia di Lippi batteva 2-0 la Germania di Jurgen Klinsmann nelle semifinali dei Mondiali, approdando alla finalissima. Ecco dov'è oggi chi l'ha giocata.

Alla vigilia dell’ennesima sfida contro la Germania, la mente corre alla notte di Dortmund del 4 luglio 2006. L’Italia ebbe la meglio sui tedeschi al termine di una gara entusiasmante, e conclusa dopo due tempi supplementari, grazie alle reti di Fabio Grosso e Alessandro Del Piero. Germania Ko e Italia in finale.

Una sfida tra le due nazionali che non smette mai di regalare emozioni e spettacolo. A poche ore dall’inizio della semifinale europea di Varsavia, il pensiero va ai protagonisti di quella notte. A distanza di sei anni, però, gli eroi quella partita hanno intrapreso strade diverse. C’è chi è ancora in Nazionale, chi continua a giocare e chi ha appeso già le scarpe al chiodo.

DOVE SONO I TEDESCHI? DOVE SONO GLI AZZURRI?
Jens LEHMANN
Nel 2011 ha riposto in un cassetto i guanti da portiere, concludendo la sua avventura all’Arsenal.  Ha lasciato la Nazionale al termine degli Europei del 2008
Gigi BUFFON
Il portierone azzurro è rimasto ancora tra i pali. Adesso promette di giocarsela fino alla fine. Capitan coraggio
Arne FRIEDRICH
Lascia la Bundesliga nel 2011 dopo aver rescisso il contratto con il Wolfsburg, decide di trasferirsi negli Stati Uniti firmando con i Chicago Fire
Gianluca ZAMBROTTA
Ha lasciato il Milan tra le lacrime dopo quattro stagioni fatte di alti e bassi. Per l’ex campione del Mondo si prospettano due possibili strade prima dell’addio al calcio: Dubai o Stati Uniti
Per MERTESACKER
Gioca ancora in Nazionale, riserva di lusso. Dopo cinque stagioni al Werder Brema, dal 2006 al 2011, è passato di recente all’Arsenal
Fabio CANNAVARO
A sei mesi dal ritiro ufficiale, nel gennaio del 2012 è tornato nuovamente al calcio giocato, destinazione India. Il Bengal Tuskers, squadra della Premier League indiana, gli ha pagato un ‘gettone’ di poco più di 600mila euro
Christoph METZELDER
Dopo il mondiale del 2006 si trasferisce al Real Madrid, ma la sua avventura tutt’altro che positiva dura appena tre anni. Dal 2010 gioca nello Schalke 04  
Marco MATERAZZI
Lascia l’Inter dopo dieci anni nel 2011 al termine di una carriera esaltante: ha smesso, per il momento, con il calcio giocato
Philipp LAHM
L’attuale capitano rappresenta uno dei pilastri della nuova Germania multietnica. Punto fermo e insostituibile nello scacchiere di Joachim Loew
Fabio GROSSO
Dopo il trionfo mondiale è scivolato nel dimenticatoio. Ultimo avvistamento a Coverciano durante il ritiro degli Azzurri per gli Europei Visibilmente sovrappeso ha lasciato sorpresi non pochi. Ancora di proprietà della Juve, non scende in campo dal 25 settembre 2011 (Catania-Juventus). Sembra passato un secolo da quel suo goal alla Germania al 119' minuto
Bernd  SCHNEIDER
Nell’estate del 2009 decide di lasciare il calcio per colpa di numerosi guai fisici, tra i quali i continui problemi alla schiena
Mauro German CAMORANESI
L’anno scorso è salito alla ribalta per aver preso a pugni un avversario nella gara tra il Lanus, suo ultimo club, e l’All Boys. Per il resto, il ritorno in Argentina, non è stato esaltante
Sebastian  KEHL
Attualmente, in forza al Borussia Dortmund, è una delle colonne dei gialloneri della Ruhr
Rino GATTUSO
Uno degli uomini simbolo del Milan ha lasciato i rossoneri firmando un biennale con il Sion. Scelta coraggiosa dopo 14 anni segnati da grandi successi, motivata, però, dalla voglia di essere ancora protagonista in mezzo al campo
Michael BALLACK
L’eterno secondo ha concluso la sua esperienza in Europa, dopo aver giocato con la maglia del Bayer Leverkusen. Rumors di mercato lo danno in partenza per la Major Soccer League
Andrea PIRLO 
Reduce della notte di Berlino, continua a brillare di luce propria.  Dopo il cucchiaio all’Inghilterra è il giocatore del momento. Si sprecano i complimenti per un giocatore che sta vivendo una seconda giovinezza
Tim BOROWSKI
E’ una delle bandiere del Werder Brema, vanta anche una breve parentesi al Bayern Monaco nel 2008-09, prima del ritorno al club bianco-verde
Simone PERROTTA
Ha un contratto con la Roma fino al 2013. Dopo la vittoria mondiale ha vissuto delle stagioni a fase alterna. In cerca di riscatto
Miroslav KLOSE
A distanza di sei anni ha conservato un posto in attacco. Cecchino infallibile e jolly offensivo dell’attuale Nazionale tedesca
Francesco TOTTI
Continua a essere un mito del nostro calcio. Un giocatore che con la maglia della Roma non smette mai di stupire: 500 presenze in Serie A e miglior cannoniere in attività.  E il suo cucchiaio, poi, è tornato di moda
Lukas PODOLSKI
Per l’attaccante tedesco di origini polacche vale lo stesso discorso fatto per la punta della Lazio. Negli anni ha acquisito, però, più maturità. Dal 1° luglio sarà ufficialmente un giocatore dell’Arsenal
Luca TONI
Dopo il mondiale in Germania è cominciata la sua parabola discendente. Dallo scorso gennaio gioca nell'Al Nasr di Dubai, allenato da un altro ex campione azzurro, Walter Zenga
Bastian SCHWEINSTEIGER
Anche lui è uno dei superstiti della sfortunata semifinale del 2006 contro l’Italia. Reduce da un piccolo fastidio al ginocchio è pronto alla rivincita con gli azzurri
Alberto GILARDINO
Per il momento è un attaccante del Genoa, non si esclude che possa lasciare i rossoblù. Ex Campione del Mondo in cerca di rivincite
David  ODONKOR
Dal settembre 2011 gioca con la maglia del Alemannia Aachen nella seconda divisione tedesca; contratto in scadenza
Vincenzo IAQUINTA
Terminato il prestito al Cesena, è tornato alla Juventus. Ha ancora un anno di contratto con i bianconeri. Futuro incerto
Olivier NEUVILLE
L’attaccante svizzero di nazionalità tedesca, dopo l’esperienza all’ultimo Europeo, lascia il rettangolo verde, per scegliere di intraprendere la carriera da allenatore; dal 2010 è coach nelle giovanili del Borussia Monchengladbach
Alessandro DEL PIERO
‘Pinturicchio’ ha lasciato la Juve tra i mille rimpianti di tifosi e amanti del calcio. Non appenderà le scarpe al muro. Giocherà ancora, di certo, non in Italia. Dall’altra parte dell’oceano sono pronti ad accoglierlo.

Sullo stesso argomento