thumbnail Ciao,

Il padre del giocatore ha raccontato cosa si sono detti, lui e il figlio, dopo la gara contro gli inglesi. Poi un'avviso ai giornalisti: "Non dite che Riccardo è un trequartista".

"Riccardo, hai fatto una grande partita". E' stata questa la prima cosa che Marcello Montolivo ha detto a suo figlio, dopo l'errore dal dischetto nel match contro gli inglesi. Errore, per nostra fortuna, ininfluente ai fini del risultato.

"Meno male che Buffon e i ragazzi mi hanno salvato", è stata la replica del neo-milanista, che gli ha promesso che ora cambierà tecnica d'esecuzione. Giovedì, intanto, per la famiglia Montolivo sarà un derby mica male; la madre del centrocampista, Antje, è tedesca.

"Ma in casa tifiamo tutti per la nazionale - assicura papà Marcello al Corriere dello Sport - Mia moglie è per la Germania quando gioca con l'Irlanda, ma non contro l'Italia. Tiferemo tutti e due per gli azzurri".

Montolivo senior ne approfitta poi per un piccolo rimprovero a noi giornalisti: "Dovreste stare più attenti quando parlate di lui. Riccardo non è un trequartista, non lo ha mai fatto neanche quand'era bambino. Prandelli lo sa. Mio figlio è una mezzala, un numero 8 come lo erano Juliano, Bulgarelli, Merlo". Lui stesso, confessa, lo era: "Sì, ma ero scarso rispetto a Riccardo...".

Sullo stesso argomento