thumbnail Ciao,

Dopo il ritiro di Nedved, l'addio di Baros è senza dubbio quello che peserà di più per la nazionale Ceca. Il capocannoniere di Euro 2004 lascia la nazionale Ceca dopo 92 caps

Incolmabile il vuoto che questo Europeo lascerà nella memoria degli amanti del calcio: dopo Andriy Shevchenko, attaccante ucraino autore di una doppietta nel match contro la Svezia, lascia la divisa della sua nazionale anche Milan Baros, bomber della Repubblica Ceca di proprietà del Galatasaray. Dopo una grande carriera con la maglia del suo paese, con cui ha raccolto un terzo posto agli Europei del 2004, Baros ha deciso di lasciare con l'uscita dall'Europeo 2012.

Sembra dunque chiudersi definitivamente un ciclo per la squadra Ceca che, nel corso degli ultimi anni, ha patito gli addii di Pavel Nedved, pallone d'oro del 2003, e Jan Koller, ariete d'attacco ex Borussia Dortmund e Monaco. Baros lascia la maglia che ha indossato sin dalle selezioni giovanili under 15, dopo ben 16 anni.

La forte punta del Galatasaray, a dire la verità, non ha disputato un grande Europeo, risultando un po' come il grande assente della formazione ceca. Nonostante la sfortunata avventura del 2012, il punto di maggior successo per l'avventura in nazionale dell'ex attaccante di Lione e Liverpool, è sicuramente il titolo da capocannoniere conquistato nell'Europeo del 2004, fatto suo dopo aver siglato 5 reti, un buon bottino per una competizione abbastanza breve.

Baros lascia la nazionale dopo 92 gettoni di presenza e 41 gol, siglati tra il 2000 ed il 2012. 12 anni di grandi successi e grandi traguardi, conclusi ieri sera dopo la rete di Cristiano Ronaldo che ha costretto la Repubblica Ceca a dire addio alla competizione di Polonia ed Ucraina.

Sullo stesso argomento