thumbnail Ciao,

Il portiere del Barcellona si augura che il francese compagno di club, sottoposto a due operazioni negli ultimi 14 mesi, voli a Donetsk per assistere al quarto di finale di sabato

Con ogni probabilità, Spagna-Francia di sabato non sarà una partita normale per Eric Abidal, il difensore del Barcellona afflitto da un tumore al fegato nel 2011, e costretto un anno più tardi al trapianto a causa di una ricaduta. Chiaro: è transalpino ma gioca nella Liga. E conosce bene quasi tutti i giocatori di una nazionale e dell'altra, tra cui Victor Valdes.

Il portiere dei blaugrana e della nazionale spagnola ha affermato di augurarsi la presenza di "Abi" in tribuna, in occasione del quarto di finale che si disputerà sabato a Donetsk. "Spero fortemente che ci sia. Ha passato dei momenti duri ed è stato sottoposto a due operazioni, ma so che ora sta recuperando. Per cui, se venisse a vedere la partita sarebbe una grande gioia per noi e per i ragazzi della Francia. Intanto mando a lui e alla sua famiglia un saluto, sperando possa tornare in campo al più presto". 

Nonostante le speranze e i desideri del numero 1 delle Furie Rosse, è in realtà tutt'altro che sicuro che Abidal volerà in Ucraina per accompagnare da vicino quello che, storia e gloria alla mano, è assieme a Italia-Inghilterra il quarto più affascinante del lotto. Lui non si è ancora espresso, e la FDF, la Federcalcio Francese, ha reso noto di non aver ancora ricevuto conferme in tal senso.

Sullo stesso argomento