thumbnail Ciao,

"Ai Mondiali 2006 la stampa spagnola ci riteneva una squadra vecchia e avevamo così un grande desiderio di dimostrare che eravamo ancora noi i più forti sul campo".

La magra figura rimediata con la Svezia nell'ultima gara del girone è costata alla Francia il primo posto in classifica e così nei Quarti di Finale i transalpini dovranno affrontare i campioni del Mondo e d'Europa in carica della Spagna.

"Sapevamo che c'era la possibilità di dover affrontare la Spagna - ha commentato il centrocampista transalpino Florent Malouda in conferenza stampa - Sappiamo bene come giocano e questo rende le cose quasi più facili. Dovremo contrastare e battere il loro gioco basato sul collettivo. Un approccio particolare? Questo non serve solo contro la Spagna, anche l'altra sera ci sarebbe servito. Comunque, contro la squadra di Del Bosque servirà correre molto ed essere ordinati in campo. Loro sono abili nel crearsi gli spazi e nel far viaggiare il pallone. Dovremo creargli problemi quando saremo in possesso palla, sfruttare al meglio le occasioni che riusciremo a costruirci".

Francia e Spagna si affrontarono anche ai Mondiali del 2006 in Germania e in quell'occasione i 'Galletti' misero ko le 'Furie Rosse'... "Allora era una situazione diversa - ha detto Malouda - La stampa spagnola ci riteneva una squadra vecchia e avevamo così un grande desiderio di dimostrare che eravamo ancora noi i più forti sul campo".

Malouda è poi molto critico per la sconfitta con la Svezia nell'ultima gara del girone... "E' questione di attitudine - ha detto - E' stato frustrante vedere la squadra giocare in quel modo. Se avessimo avuto l'approccio alla gara e lo spirito messo in campo dagli svedesi magari avremmo perso comunque ma non avremmo fatto una figuraccia del genere. Ora dobbiamo riprenderci. Negli spogliatoi abbiamo parlato a lungo per capire cosa non è andato".

Sullo stesso argomento