thumbnail Ciao,

C’è l’Inghilterra, De Rossi punta su Balotelli ma… “Ha un’età nella quale deve prendersi le sue responsabilità. E' un ometto ormai”

"L'Inghilterra è molto forte, ha un'impronta italiana, gioca bene anche in difesa. Forse avremmo preferito l'Ucraina ma va bene così".

E' stato sin qui tra i migliori ad Euro 2012, ha dato il suo contributo sia quando è stato schierato in difesa che quando Prandelli l'ha riportato a centrocampo. Daniele De Rossi, si è confermato uno dei leader di una Nazionale che adesso si prepara ad affrontare l'Inghilterra.

Il centrocampista della Roma, ha parlato oggi in conferenza stampa ed ha lanciato un appello ai tifosi italiani: "So che erano in 20milioni avanti alla Tv per l'Irlanda, spero che ne venga adesso qualcuno in più allo stadio. Il problema è che l'Italia sta vivendo un momento delicato e non molti possono permettersi una trasferta di questo tipo. I tifosi inglesi seguono sempre in massa la Nazionale, ricordo che lo stesso capitò a noi in Germania nel 2006, dove furono molti i tifosi a seguirci. In campo andremo comunque in 11 contro 11".

Nella gara contro l'Inghilterra, De Rossi incrocerà i tacchetti con Gerrard: "E' sempre stato il mio idolo, è uno che da anni gioca ad alti livelli. L'Inghilterra è molto forte, ha un'impronta italiana, gioca bene anche in difesa. Forse avremmo preferito l'Ucraina ma va bene così. Io e Pirlo? L'Irlanda superava il centrocampo con la palla lunga, non è andato solo lui in difficoltà, tutti abbiamo sofferto".

L'Italia potrà puntare su Balotelli, uno che conosce bene i difensori inglesi: "Speriamo che faccia bene. L'importante sarà riuscire a mettere in difficoltà l'Inghilterra poi che a farlo sia lui o altri è lo stesso. Quello che conta è far goal, Mario poi può far male a chiunque. Lui un corpo estraneo? Non mi sembra proprio, c'è sempre chi è più partecipe e chi meno. Io lo vedo bene, poi è normale che alla sua età deve iniziare a prendersi le sue responsabilità e ad esser trattato come gli altri, ormai è un ometto. Io alla sua età feci un Mondiale e diedi una gomitata... una cosa che mi ha fatto crescere".

Il governo italiano non manderà rappresentanti in Ucraina a causa del caso Tymoshenko: "E' una cosa della quale abbiamo parlato prima dell'Europeo, è una cosa delicata della quale bisognerebbe conoscere bene i dettagli. Noi non possiamo farci nulla, dobbiamo limitarci a giocare".

Prandelli l'ha schierato sia a centrocampo che in difesa: "Ha fiducia in me, l'ha dimostrato spostandomi in difesa. Mi fa interpretare il ruolo in maniera diversa, la cosa mi piace. Dove giocherò con l'Inghilterra? Non lo so ancora".

De Rossi ha anche parlato della Roma: "E' arrivato Zeman, ho già parlato con lui per qualche minuto. Non lo conosco personalmente ma lo reputo un grande allenatore. Ha già riportato entusiasmo, sarà interessante lavorare con lui". Infine un accenno su Scommessopoli: "Non è stato uno stimolo in più, il nostro è sempre stato un grande gruppo che nelle difficoltà si esalta".

Sullo stesso argomento