thumbnail Ciao,

"Gli italiani sono solidi dietro ed hanno buona coesione in avanti, il centrocampo è il loro punto di forza e Pirlo può creare magie in ogni momento".

Tutto si può dire, tranne che quello che la sorte ha riservato all'Italia, è un debutto agevole ad Euro 2012. La compagine Azzurra infatti, dovrà sfidare la Spagna campione del Mondo e d'Europa, e non parte certo con i favori del pronostico.

Lo sa bene anche Diego Armando Maradona che, dalle pagine dell'Indian Times, ha però lanciato un avvertimento alla Spagna: "Prandelli è ben conscio del valore degli avversari. Gli spagnoli partono come favoriti, anche noi dell'Argentina lo eravamo però nel 1982 e alla fine perdemmo. L'Italia non può mai essere considerata spacciata".

L'allenatore dell'Al Wasl ha anche analizzato la sfida dal punti di vista tecnico-tattico: "L'Italia ha perso le due ultime amichevoli contro USA e Russia, per questo motivo ha deciso di modificare l'assetto difensivo, sa che si trova a sfidare gente come Xavi e Iniesta. Con Bonucci e Chiellini, in difesa giocherà De Rossi. Gli italiani sono solidi dietro ed hanno buona coesione in avanti, il centrocampo è il loro punto di forza e Pirlo può creare magie in ogni momento. Gli Azzurri dovranno cercare di far girare palla e sperare nel duo Pirlo-Balotelli".

Sullo stesso argomento