thumbnail Ciao,

Il procuratore del difensore napoletano ha accusato il ct della Nazionale Cesare Prandelli per la poca chiarezza mostrata sulla mancata convocazione in azzurro del suo assistito.

Mancano solo tre giorni all'inizio dell'avventura azzurra ad Euro 2012 ed il ct della Nazionale Cesare Prandelli, dopo la disastrosa prestazione in amichevole contro la Russia, sembra intenzionato a cambiare modulo, optando per la difesa a tre.

A tal proposito è insorto il procuratore di Paolo Cannavaro Enrico Fedele, il quale, proprio in virtù del cambio di modulo, esprime la sua amarezza ai microfoni di 'Radio Crc' per la mancata convocazione del suo assistito: "Il motivo della difesa a quattro in Nazionale è venuto a mancare, Prandelli è stato poco chiaro, avrebbe potuto dire dal primo momento che come giocatore non andava bene, indipendentemente dal modulo".

Una convocazione sulla quale il capitano partenopeo avrebbe riposto qualche speranza: "Ovviamente una convocazione gli avrebbe fatto molto piacere, ma io l'ho sentito e lui ormai è talmente entusiasta di aver alzato quella coppa che quasi non ci pensa più. In ogni caso tiferemo per l'Italia e ci auguriamo che gli azzurri vadano più avanti possibile".

Fedele poi fa il punto della situazione sul mercato del Napoli: "Balzaretti interessava alla società, ma il terzino sinistro potrebbe trasferirsi a Parigi, in quel caso io opterei sicuramente per Armero. Asamoah e Isla sono già andati via, mentre Handanovic potrebbe andare all'Inter.

Jovetic è il vero obiettivo del Napoli, può degnamente sostituire Lavezzi; anzi, in quanto a qualità forse il Napoli ci guadagna, resta da capire se il montenegrino riuscirà a servire a Cavani gli stessi assist del Pocho
".

Sullo stesso argomento