thumbnail Ciao,

Criscito a casa, con Bonucci che resterà in gruppo. A contendersi una maglia, dopo l'addio di Astori e Bocchetti, sono Balzaretti e Ranocchia. In attacco Borini o Destro.

Le sorprese, a Coverciano, cotinuano. Non si sta parlando della vicenda Scommessopoli, che ha visto la polizia effettuare un blitz nel ritiro della Nazionale azzurra, ma bensì delle convocazioni che a breve Cesare Prandelli comunicherà.

Da 32 preconvocati, il ct è passato a 25: ora pochi dubbi, con gli ultimi due elementi da scartare prima della lista finale da consegnare ai vertici dell'UEFA in vista dell'imminente Euro 2012. Di fatto l'ex Fiorentina avrebbe dovuto annunciare i definitivi 23 nella giornata di ieri, ma il caos Scommesse ha fatto per forza di cose slittare il tutto.

Criscito a casa, con Bonucci che resterà in gruppo. A contendersi una maglia, dopo l'addio di Astori e Bocchetti, sono Balzaretti e Ranocchia: entrambi sperano in una conferma, ma la sensazione è che sarà il nerazzurro a tornare a casa in attesa di rinascita nella prossima stagione.

Dopo aver fatto capire in tutti i modi di voler puntare su sei attaccanti, Prando, alla fin fine, farà restare qualcuno in territorio italico. Giovinco, Di Natale, Balotelli e Cassano sono sicuri del posto, ragion per cui la scelta risulta essere tra Borini e Destro.

Tra i due in vantaggio il giallorosso, ma il senese sarà il futuro assicurato della Nazionale.

I (PROBABILI) 23 AZZURRI PER POLONIA E UCRAINA
PORTIERI DIFENSORI CENTROCAMPISTI ATTACCANTI
Buffon Chiellini Pirlo Balotelli
De Sanctis Barzagli Marchisio Cassano
Viviano Abate De Rossi
Di Natale
  Maggio Thiago Motta Giovinco
   Bonucci Nocerino Borini
   Ogbonna Montolivo  
  Balzaretti Giaccherini

    Diamanti  

Sullo stesso argomento