thumbnail Ciao,
Guida alle città di Euro 2012 in Polonia e Ucraina: alla scoperta di Poznan

Guida alle città di Euro 2012 in Polonia e Ucraina: alla scoperta di Poznan

Storia, informazioni e curiosità sulle otto località che ospiteranno le attesissime sfide di Euro 2012 in Polonia e Ucraina.

POZNAN, POLONIA
Popolazione: 556,022
(Area metropolitana: 943,700)
Motto:
"Eastern energy, Western style" (Energia orientale, stile occidentale)
Stadio per Euro 2012: Stadion Miejski (43,000)
Squadra principale: Lech Poznan

Benvenuti a Poznan per Euro 2012

Siate sinceri; avevate mai sentito parlare di Poznan prima che il poco conosciuto Lech giocasse contro il Manchester City nella scorsa Europa League ed i tifosi del City adottassero la bizzarra esultanza dei loro omologhi polacchi, che saltellavano su e giù, abbracciati fra loro, dando le spalle al campo? Probabilmente no. E adesso benvenuti nel luogo di nascita di questa tradizione in vista degli Europei della prossima estate.

Storia

Come la maggior parte delle città in Polonia, Poznan ha dovuto patire diverse guerre ma, dopo essere sopravvissuta all'invasione svedese del 1655 ed allo scoppio della prima guerra mondiale nel 1918, la città iniziò a crescere dal punto di vista culturale grazie alla creazione dell'Università cittadina nel 1919, ed alla Fiera Internazionale di Poznan del 1925.

44 anni di battagliero governo comunista sono seguiti alla seconda guerra mondiale ma, una volta caduto il blocco sovietico, Poznan ha guidato la rinascita culturale ed economica della Polonia occidentale.

Famosa per...

'Il Poznan'! La suddetta tradizione di saltare su e giù sugli spalti, con i tifosi tutti abbracciati fra loro, che danno le spalle al campo. Roba da pazzi, ma impressionante. I sostenitori del Manchester City hanno iniziato ad imitare quest'esultanza dopo il match della scorsa stagione contro il Lech Poznan, ma quest'anno la stanno sfoggiando di meno. Ad essere sinceri la loro squadra è di gran lunga più divertente rispetto al piccolo club polacco.



Posti dove soggiornare
  • Hotel Rzymski: Situato nel cuore della città, quest'albergo, che fu inaugurato 150 anni fa, è un mix di vecchio e nuovo stile. E non dovete andare lontano per mangiare bene: il ristorante al suo interno, 'De Roma', serve una gran quantità di piatti polacchi ed internazionali.
  • Frolic Goats Hotel: Sì, avete letto proprio bene, il Frolic Goats Hotel (l'Albergo 'Capre Scherzose'...) offre stanze allegramente decorate, in ognuna delle quali potrete trovare quattro, otto o dodici letti, oltre a due camere private. I prezzi sono molto ragionevoli, specialmente in caso di prenotazioni anticipate.
  • Cinnamon Hostel (Ostello Cannella): Purtroppo non è un edificio uscito da 'Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato', ma un ostello molto carino a due minuti a piedi dalla vecchia Piazza del Mercato e a 10 minuti dalla stazione ferroviaria centrale.
Posti da visitare
  • Monumento alle vittime del giugno 1956: Tra i più significativi memoriali di Poznan, questo monumento commemora la sfortunata protesta dei lavoratori, ed è formato da due croci, alte 20 metri, che si intersecano. Una parte molto importante della storia della città.
  • Stadion Miejski: Naturalmente, se siete a Poznan la prossima estate, potreste progettare un giro allo Stadion Miejski, impianto del Lech Poznan, nonchè sede di alcune partite dei gironi.
  • Parco della Cittadella: Una fortezza costruita laddove c'era un vecchio vigneto e che ora ospita le tombe di soldati polacchi, inglesi, russi. Questo, in poche parole, è il Parco della Cittadella, altra parte fondamentale della storia di Poznan.
Curiosità

L'aeroporto Lawica di Poznan è il più vecchio della Polonia, essendo in attività dal 1921.

Personaggio famoso

Tomasz Radzinski. L'ex-attaccante di Everton e Fulham è nato a Poznan ma si è trasferito in giovane età in Canada, scegliendo di vestire, sul palcoscenico internazionale, la maglia della nazionale nordamericana anzichè quella della Polonia. Per chiunque sia interessato: è ancora in attività ed essendo svincolato può essere ingaggiato gratis.