thumbnail Ciao,

L'ex d.g. della Juventus, Luciano Moggi, ha tuonato: "Io e l'arbitro Pieri abbiamo avuto un capo d'imputazione per un calcio di punizione. Lo paragoniamo col goal di Muntari?"

Intervenuto ai microfoni di 'Rai Sport' in occasione di un approfondimento su 'Calciopoli', Luciano Moggi ha parlato a 360° della vicenda che ne ha segnato la fine dell'avventura nel calcio e la retrocessione in Serie B della Juventus.

Dopo aver fatto chiarezza sulle schede svizzere, attribuendone alla Juve la proprietà, l'ex d.g. bianconero ha voluto togliersi alcuni sassolini dalle scarpe, tornando così sulle discussioni trite e ritrite, ad anni di distanza. “Dal 2006 ad oggi - ha ricordato Moggi - gli arbitri hanno fatto errori in quantità industriale. Pieri per una punizione da 30 metri (il riferimento va ad un Bologna-Juve del 2004, ndr) ha avuto un capo d’imputazione, e pure io: lo facciamo un paragone con il gol di Muntari? Ma vi sembra logica una cosa del genere?".

Insomma, secondo 'Big Luciano', gli errori nel calcio ci son sempre stati e non erano frutto dell'influenza della 'Cupola': "La Juventus 3 anni fa era la squadra più simpatica perchè non vinceva, adesso è tornata nuovamente antipatica", ha poi aggiunto.

Sullo stesso argomento