thumbnail Ciao,

"Mai vista una prova entrare e uscire dal processo - dice Priareschi - La verità scoperta da noi non è stata usata in sede processuale, ma speriamo nell'appello".

A sei anni dalla bolla che scoppiò nell'estate del 2006, lo scandalo Calciopoli è ancora vivo. A parlarne, ora, è anche Maurilio Prioreschi, avvocato di Luciano Moggi, che ha scritto un libro relativo alla vicenda che ha sconvolto il mondo del calcio: '30 sul campo: l'altra verità su Calciopoli', presentato in esclusiva a 'Tuttosport'.

"Ho talmente metabolizzato questi fatti - dice il legale al quotidiano - che ho scritto tutto o quasi di getto. I fatti mi sono venuti alla mente quasi di getto, solo per le parti più tecniche ho dovuto controllare le carte. Ho scoperto una verità 'oscurata' e l'ho fatta venire a galla, ma purtroppo non ha trionfato in sede processuale".

"Calciopoli è un'enciclopedia di ingiustizie e anomalie
- continua Priareschi - Quello che ho visto in questa vicenda supera di gran lunga le esperienze che ho vissuto in passato. Prendiamo il video prodotto come prova che il sorteggio era taroccato: prima è stato usato nel processo e poi ritirato e sostituito. E forse ricomparirà nel processo d'appello di Giraudo".

"La speranza che affido a questo libro? Quella che fatti del genere non si verifichino più
- dice ancora il legale - e inoltre vogliamo ribaltare la sentenza di primo grado in appello. Ma questo libro dovrebbe essere letto senza prevenzioni nei confronti della vicenda Calciopoli e nei miei".

Sullo stesso argomento