Milan, Balotelli è un giallo: nuovo flop contro l'Udinese, addio a fine anno?

Ancora una prestazione deludente per Mario Balotelli, entrato nella ripresa di Milan-Udinese per sostituire Kucka: sulle condizioni dell'attaccante è sempre più giallo.

La partecipazione ad Euro 2016 con la maglia della Nazionale italiana diventa sempre più un miraggio per l'attaccante del Milan, Mario Balotelli. Anche ieri contro l'Udinese la prestazione deludente del giocatore di proprietà del Liverpool è stata fra le maggiori note stonate della squadra di Sinisa Mihajlovic, che pur giocando una gara offensiva non è riuscita ad andare oltre al pareggio per 1-1 contro i friulani di Colantuono.


LEGGI DI PIU': VIDEO - Milan-Udinese 1-1 I Milan, Niang e Kucka ko


L'unica situazione positiva creatasi con il suo ingresso in campo è stata di tipo tattico, visto che l'allargamento sulla fascia sinistra di M'Baye Niang ha permesso al francese di essere più incisivo e di arrivare al goal del pareggio in una delle sue incursioni offensive.

Per il resto poco o nulla per l'attaccante, che si è dimostrato poco preciso anche sui calci di punizione, suo marchio di fabbrica: due conclusioni lontane dallo specchio della porta, che hanno fatto rimpiangere il mancino di Honda.

Tanto che lo stesso Sinisa Mihajlovic, nelle sue dichiarazioni post partita, non ha mancato di sottolineare come Balotelli, teoricamente a posto fisicamente dopo l'operazione per la pubalgia, sia molto lontano dalla sua miglior condizione.

"Certo che mi aspetto di più da lui. - ha ammesso il tecnico serbo - Ma non è in condizione, quando la ritroverà farà bene. E, come Boateng, non può essere impiegato dall’inizio. Solo che ha bisogno di giocare per recuperare forma. Si vede che non è lui, ora fa quello che può".

Ma il tempo passa e quello sulle ragioni delle sue prestazioni deludenti appare sempre più come un vero giallo. Da cosa dipendono le sue prestazioni deludenti? E' una questione fisica, oppure i motivi sono altri?

Intanto Zdenek Zeman, dagli studi de 'La Domenica Sportiva' si è offerto per provare ad aiutare SuperMario ad aiutare sé stesso: "Hanno provato tutti a gestirlo, ma ci sono riusciti in pochi. - ha detto il tecnico boemo - A questo punto non so se ci potrei riuscire io. Sicuramente, però, è un giocatore che tecnicamente non si discute". Di certo l'addio al Diavolo a fine stagione sembra sempre più probabile per la punta.

Chi invece continua a fornire ottime prestazioni è il giovane portiere Gianluigi Donnarumma, anche ieri elogiato da Mihajlovic: "Il ragazzo è stato bravo. - ha dichiarato il tecnico rossonero - Se avessimo preso anche il secondo goal, sarebbe stata molto più dura recuperare. Ci ha salvati".

Se Balotelli non ingrana, ad appena 16 anni 'Gigio' sembra al contrario essere già un punto fermo fondamentale per il Milan nel suo tentativo di rincorsa al terzo posto.