Allegri cancella la Juventus di Conte: 4-3-1-2 o 4-3-3, Pirlo al centro del progetto

Max Allegri cambia l'abito della Juventus: via il 3-5-2 dell'ultimo biennio di Conte, si lavora con la difesa a quattro. Ma i tifosi restano nostalgici.

La stagione 2014/15 per la Juventus Campione d'Italia inizierà di fatto solo domattina quando, a Vinovo, torneranno tutti i nazionali, fatta eccezione per Evra e Pogba, in vacanza fino al 31 luglio. Il 3 agosto, poi, ecco la partenza per la tournèe asiatica durante la quale Max Allegri potrà finalmente schierare la squadra che ha in mente.

Nonostante nella conferenza di presentazione il tecnico non abbia escluso di poter giocare ancora con il 3-5-2 di contiana memoria, infatti, la sensazione è che il livornese voglia presto passare alla difesa a quattro. Con tanto di rombo a centrocampo.

Il vertice basso, ovviamente, sarà quel Pirlo che proprio oggi riabbraccerà il vecchio amico-nemico Allegri, coadiuvato da Vidal e Pogba nel ruolo di interni. Marchisio probabilmente agirà invece a ridosso di Tevez e Llorente. Senza dimenticare le alternative di lusso che rispondono ai nomi di Pereyra, Asamoah e Morata.

Il tutto, peraltro, non sembra escludere a priori neppure l'ipotesi di un 4-3-3 puro, con un tridente composto da Tevez, Morata (o Llorente) e Pereyra. Ed in panchina Pepe e Giovinco rincalzi pronti a subentrare a partita in corso. Marchisio, in questo caso, potrebbe prendere il posto di Pirlo in cabina di regia, garantendo maggiare solidità al centrocampo di Madama.

Il tentativo, abbastanza evidente, è insomma quello di fare dimenticare ai tifosi il condotttiero Conte. Impresa però che risulterà difficile se i risultati non dovessero arrivare. Vedere per credere quanto accaduto dopo la sconfitta rimediata contro i dilettanti del Lucento da una Juventus ampiamente rimaneggiata e imbottita di Primavera.

Ko inatteso, sicuramente, ma che poco dice su quale sarà la stagione bianconera. Giudicare il lavoro del nuovo tecnico per una sgambata a porte chiuse, infatti, sarebbe quantomeno superficiale. Il responso del campo arriverà, certo. Ma solo tra qualche settimana e con una rosa davvero al completo.