Parma, ricorso al Tas per l'Europa League? Leonardi: "Stiamo valutando"

L'amministratore delegato del Parma Leonardi: "Non vogliamo lasciare nulla di intentato".

Pietro Leonardi, amministratore delegato del Parma, è intervenuto in conferenza stampa per spiegare le intenzioni della società dopo l'esclusione dall'Europa League: "Sarebbe stato facile andarmene dopo le dimissioni del Presidente, ma non è nel mio carattere. Adesso bisogna agire. Il Parma Calcio c'è, lo dico con forza, e continuerà nella sua attività nell'interesse dei tifosi e della proprietà. Non me ne vado, ho troppo rispetto per questa comunità. Sappiamo anche di dover combattere contro una grossa ingiustizia".

Il dirigente però invita la città di Parma a spronare il presidente Ghirardi per un suo ritorno: "Adesso la nostra comunità deve dare un segnale forte, deve mandare un messaggio al presidente, la sua reazione è più che comprensibile.Voglio che ci sia un movimento totalitario attorno a lui che lo convinca a tornare sui suoi passi. Nonostante la grande amarezza la gente ha reagito in maniera composta, a Parma abita gente perbene. Abbiamo intenzione di non lasciare nulla di intentato, ci siamo rivolti ad uno staff di legali che sta valutando l'intenzione di presentare ricorso al Tas".

Leonardi ha rivendicato inoltre il fatto che il Parma sia una società che gode di ottima salute: "Il Parma è una società sana, lo dimostra il fatto che abbiamo dato 3 giocatori alla nazionale italiana ed altri tre dei nostri parteciperanno al Mondiale di Brasile 2014. Abbiamo un parco di giocatori invidiabile, così come lo è il centro sportivo di Collecchio. Ripeto, il Parma non è in fallimento, non si vende; sento dire in giro che vogliamo cedere giocatori, è qualcosa di assolutamente falso".

La chiusura è un ulteriore invito ai tifosi a stare vicino alla squadra: "I nostri tifosi ci stanno dando grande sostegno, ci sono stati sempre molto vicini. Stiamo studiando delle agevolazioni per quanto riguarda gli abbonamenti. Dico un'alta cosa prima di chiudere: vogliamo fiducia, vogliamo che i nostri tifosi ci facciano da megafono, che facciano capire che il Parma c'è. Grazie a tutti ed arrivederci".