Caso Balotelli, il Milan ha deciso: nessuna multa. Ma prende corpo l'ipotesi rifondazione

Il Milan non infliggerà nessuna multa a Balotelli per la polemica innescata con gli opinionisti 'Sky'. Ma il club rossonero pensa a una rifondazione per l'anno prossimo...

Il duro sfogo ai microfoni di 'Sky Sport' dopo il ko contro la Roma, con tanto di polemiche innescate con gli opinionisti, non porterà a conseguenze per Mario Balotelli. Il Milan, secondo quanto riferisce 'La Gazzetta dello Sport', avrebbe infatti deciso di non punire con una multa SuperMario. 

L'episodio è tuttavia sintomo di un malessere personale e calcistico, espresso poi attraverso un successivo tweet notturno: "Mamma mia divido l’Italia in 2! - ha scritto Balotelli - Però! Mentre quasi tutto l’estero è unito con me!".

Troppe le incertezze relativamente al progetto del club rossonero e alla futura guida tecnica della squadra, tutti elementi che potrebbero dividere le strade di Balotelli e del Milan nella prossima stagione. Proprio a questa conclusione arriva il quotidiano 'La Repubblica', secondo cui la società milanese starebbe pensando a una rifondazione radicale per la prossima stagione.

Proprio Mario Balotelli, assieme a Mattia De Sciglio, sarebbe il sacrificato sull'altare del calciomercato per poter rifondare la squadra. I due valgono infatti al momento un tesoretto di 20-30 milioni con i quali potrebbe essere ricostruita la squadra, da affidare presunibilmente a Pippo Inzaghi, con Seedorf che quasi sicuramente non sarà confermato, nonostante i costi che l'esonero comporterà. In tempi di vacche magre, il diktat della famiglia Berlusconi sarà quello di conciliare il ritorno in Champions con l'Austerity economica. 

Get Adobe Flash player