thumbnail Ciao,

Clarence Seedorf, abbandonato definitivamente dal Milan, potrebbe ora essere 'consigliato' sulla formazione anti-Inter: possibile 4-3-1-2 con Pazzini e De Sciglio.

La sconfitta di Roma ha sancito quello che era ormai chiaro da tempo. In casa Milan l'era Seedorf volge già al capolinea. Troppa confusione in campo, troppe parole fuori da parte di allenatore e giocatori ma, soprattutto, imbarazzante risulta il silenzio della società sul futuro dello stesso tecnico in vista della prossima stagione.

"Tocca al club fare chiarezza, siamo sempre stati abituati a un Milan che faceva la differenza anche in queste cose", ha dichiarato senza peli sulla linga Seedorf nella sala stampa dell'Olimpico. Peccato che nè la famiglia Berlusconi, nè tantomeno l'amministratore delegato Galliani abbiano speso una parola in difesa del tecnico olandese.

Il futuro, d'altronde, sarebbe già stato deciso da settimane. Le fattezze, ovviamente, sono quelle di Pippo Inzaghi, nome caldeggiato con insistenza proprio da Galliani, che lo voleva sulla panchina rossonera anche in questo finale di stagione. Stagione, la prossima, che vedrà quasi sicuramente il Diavolo fuori dalle coppe europee.

Intanto, però, la prossima settimana c'è un Derby da non sbagliare. Ecco perchè, stavolta, da Arcore potrebbe arrivare qualche consiglio, ma solo sulla formazione da schierare in campo per fronteggiare al meglio i nerazzurri. Possibile un ritorno al più classico 4-3-1-2, con i terzini Abate e De Sciglio sulle fasce ma, soprattutto, con Kakà dietro la coppia Balotelli-Pazzini. Come da diktat presidenziale, d'altronde.

Get Adobe Flash player

Sullo stesso argomento