thumbnail Ciao,

Francesco Totti parla anche di calciomercato: "Drogba alla Roma? Magari... è con gente del genere che si vince. Il rimpianto più grande non è lo scudetto ma la Coppa Italia".

Le ultime dichiarazione di Francesco Totti hanno riaperto mille e un dibattito sul futuro del capitano della Roma ai prossimi Mondiali. Lui un pò ci scherza, un pò ci spera. E' un gioco che lo stuzzica e stuzzica in primis i tifosi giallorossi.

In una lunga intervista esclusiva a 'Il Romanista', Totti parla a ruota libera: "Il rimpianto più grande di questa stagione non è legato al campionato ma alla semifinale col Napoli. All'andata, non al ritorno. Se avessimo vinto due, tre a zero sarebbe stata tutta un'altra partita. Avevamo battuto una Samp in ottima forma, avevamo battuto la Juventus e stavamo per battere il Napoli. Poi la partita secca con la Fiorentina sarebbe stata bella, con tanti ex, sarebbe stata una gara tutta da giocare".

Per il capitano giallorosso il discorso scudetto è già chiuso: "Ho visto Genoa-Juve, tra un po' spaccavo il televisore, ma uno scudetto si vince anche così. Lo abbiamo perso perchè la Juve è forte, è inarrivabile: sono tre anni che vincono, va dato loro merito. Quando le cose andavano meno bene avevano sempre un piccolo aiutino. Dati di fatto, visibili, che nessuno può negare. Più forte, più fortunata o più aiutata? Tutte e tre le cose".

Tott sa come limare il gap coi bianconeri: "Servono tre acquisti, un grande giocatore per reparto. Drogba? Magari venisse! E' pure più giovane di me. E' con giocatori così che vinci. Comunque non sono io che faccio il mercato, né mai l'ho fatto. Ma con tre giocatori questa squadra può vincere il prossimo anno".

Ma 'new entry' a parte, il lavoro di Garcia è già a buon punto: "Un gruppo così ce l'abbiamo avuto nel 2001 e io ne ho viste di cose eh, ammazza se ne ho viste. La Roma deve essere questa e da qui bisogna ripartire e migliorare. Allenatore compreso. Siamo molto affiatati. C'è una grossa unione come quell'anno, quando eravamo un tutt'uno anche fuori. E Garcia è speciale. Pensavo ad un'altra scommessa: giovane, straniero. Invece ha fatto cose grandi".

Totti chiude l'intervista con qualche pronostico e con una preferenza: "Chi vince la Champions? Il Real Madrid, ad oggi Cristiano Ronaldo è meglio di Messi. L'Europa League e la Coppa Italia spero le la Fiorentina, hanno tanti ex romanisti".

Sullo stesso argomento