thumbnail Ciao,

Benitez si augura nuovi arrivi di lusso per il suo Napoli e sferza il deludente Hamsik: "Deve crescere a livello di personalità, ora non ha più Lavezzi e Cavani al suo fianco".

Rafa Benitez sogna un Napoli sempre più forte. Il tecnico azzurro, ospite oggi ai microfoni di 'Radio Kiss Kiss', ha detto la sua sulle strategie future del club e sui temi più caldi dibattuti a Castel Volturno e dintorni, tra i quali c'è il momentaccio vissuto da un punto di forza della squadra come Hamsik.

"Abbiamo tanti campioni in gruppo e il nostro obiettivo deve essere quello di fare sempre meglio per attrarne degli altri. Se cresciamo come società i calciatori forti vorranno venire da noi", è l'assioma di Benitez, secondo il quale a questo Napoli "manca un po' di tempo per trovare continuità. Se manca anche un leader? Di sicuro è un tipo di giocatore che aiuta a vincere qualcosa".

Doveva esserlo Marek Hamsik, un leader di questa squadra, ma le cose non sono andate esattamente così finora: "E' un calciatore diverso rispetto al passato, deve crescere a livello di personalità, ora non ha più Lavezzi e Cavani al suo fianco, con i quali si trovava benissimo. Ha avuto un grande avvio di stagione, poi ha pagato qualcosa con l'infortunio, ma ha la possibilità di reagire e riscattarsi".

Adesso sotto con il Torino: "Arriviamo a questa gara in buone condizioni, ma parliamo di una squadra non facile da affrontare. Certo, se giochiamo concentrati possiamo vincere con qualunque avversario. Servirà un occhio particolare per Cerci e Immobile? No, l'occhio dovranno averlo i nostri difensori per fermarli".

Il ko in Europa League brucia ancora, Benitez ammette: "Nel primo tempo non abbiamo giocato bene, nel secondo sì e dobbiamo ripartire da lì per affrontare al meglio il ritorno. Possiamo battere il Porto, anche se sarà molto dura". Sulle condizioni di Maggio, operato d'urgenza per uno pneumotorace: "Mi ha detto che sta bene. Credo che sia solo questione di tempo, ma è tranquillo e sereno per il recupero".

Tornando in tema calciomercato, è lecito nutrire qualche rimpianto per Jackson Martinez: "Non parlo dei giocatori delle altre squadre e comunque condivido la filosofia societaria di mantenere i bilanci in attivo. Dobbiamo cercare di garantirci il secondo posto, e dunque l'accesso diretto in Champions - sottolinea Benitez - E' un'occasione storica per attrarre nuovi campioni, in tal modo possiamo continuare il nostro percorso di crescita".

Sullo stesso argomento